Ibiza in 2 giorni: non solo discoteche e tunz tunz!


IBIZA-9

Ibiza non è solo l’isola delle discoteche, dell’alcool e del “tunz tunz” a qualsiasi ora del giorno. Ibiza offre molto di più: dai panorami mozzafiato  alle spiagge splendide e selvagge, dal relax all’ottimo cibo. Ovviamente non manca tanto divertimento e trasgressione!

ibiza

Le migliori spiagge di Ibiza – Se capitate in questa fantastica isola, vi consigliamo un tuffo nelle seguenti spiagge: Agua Blanca a poca distanza da Sant Carles de Peralta, Las Salinas e il parco naturale di Ses Salines, la spiaggia hippy di Benirras dove si attende il calar del sole  a ritmo di musica e buona birra in un’atmosfera tipica da “figli dei fiori” e Sa Caleta, una spiaggia frequentata principalmente dai pescatori e da gente del posto; particolari sono le sue rocce rosse a picco sul mare.

Per gustare prodotti tipici  in un ambiente familiare,nascosti tra i vari ristoranti turistici del centro storico di Ibiza Città  vi segnaliamo:  Comidas San Juan, un locale piccolo ma molto carino  dove è possibile mangiare un ottimo cibo e sorseggiare del buon vino in un’atmosfera accogliente e rilassante (molto buone sono le polpette al nero di seppia)  e Can Costa, una trattoria ibizenca  a conduzione familiare dove è possibile gustare delle ottime zuppe di legumi e una straordinaria paella. Sono entrambe  trattorie molto economiche dove è possibile immergersi nell’atmosfera tipica del posto.

Colazione con Luca: i biscottini ai fiori di lavanda rosmarino e limoncello


biscotti

Ricetta: i biscottini ai fiori di lavanda rosmarino e limoncello – Il mio caro amico Luca è appena tornato dalle vacanze in Provenza e ha deciso di condividere con noi una ricetta che racchiude gli odori e i sapori di quei fantastici posti.

“Ho provato a seguire questa ricetta, nel tentativo di rivivere un po’ di sapori provenzali e rincorrere l’estate Sono un appassionato della Provenza” ha detto Luca e allora noi ci fidiamo di lui e non ci resta che provare 🙂

Ecco cosa occorre per preparare i  biscotti ai fiori di lavanda rosmarino e limoncello:

100gr farina, 50 gr di burro, 25 gr di zucchero bianco, 25 gr di zucchero di canna, una punta di lievito, 1 cucchiaio di latte in polvere, 1 cucchiaio di latte fresco, 1 cucchiaio di limoncello, 1 cucchiaio di fiori di lavanda, 1 cucchiaio di rosmarino ben tritato.

Con lo sbattitore montare il burro freddo con lo zucchero, fino ad avere una crema soffice e omogenea. Poi unire il latte, il  limoncello, la lavanda, il  rosmarino e, infine, mescolando la farina setacciata e il  lievito. Far riposare in frigo per mezz’ora, avvolgendo il panetto in una pellicola. Per ultimo con il mattarello spianare e ricavare con degli stampini una ventina di biscotti. Infornare a 160 per 15 minuti.

Che ne pensate? Io sento già il profumo 🙂

Amici vi aspettiamo anche su facebook, mettete un mi piace sull’icona in alto a destra! Grazie ❤

Puglia: Polignano a Mare


 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se dico estate a cosa pensate? Alla Puglia.

E, invece,  se dico Puglia? Al Salento.

Ok, il Salento è bellissimo, ma questa fantastica terra  tra gli infiniti chilometri di muretti a secco e tra l’argento dei suoi ulivi, nasconde delle perle che non tutti conoscono: tra le più preziose c’è  sicuramente Polignano a Mare, una cittadina in provincia di Bari a strapiombo sul mare adriatico, la città di Domenico Modugno…meraviglioso!

E’ bello perdersi tra le stradine del centro storico di Polignano, tra il bianco delle strette viuzze, tra le botteghe, tra i sorrisi della gente e tra  l’azzurro intenso del mare che si ritrae tra le caratteristiche grotte che caratterizzano la costa.

Per godere di un ottimo mare consiglio lo Scoglio dell’Eremita, un tratto di spiaggia poco comodo da raggiungere, ma per questo  preso meno d’assalto dai turisti:  in compenso regala una quiete e un mare da sogno. Ah, ricordatevi di portare la maschera e le pinne!

Per mangiare, invece,  vi consiglio MINT- cucina fresca, in Via San Benedetto, 32  e, per concludere in dolcezza,  il gelato da “Il super mago del Gelo”. Anche le granite sono molto buone, consiglio mandorla e gelsi rossi!

 

 

Colazione: caffè, latte e tanta grinta!


Immagine

Buongiorno ragazzi e buon mercoledì! Di solito amo fare colazione a casa, con la mia tazza di latte (è sempre la stessa da anni),la stessa tazzina di caffè e il giusto entusiasmo per iniziare la giornata. Sono una di quelle persone che appena sveglio ama parlare, bene o male mi sveglio sempre di buon umore 🙂 Quando sono in vacanza, invece, mi piace fare colazione fuori, assaporare i cibi del posto in cui mi trovo, ma prediligo sempre la colazione “all’italiana”. Niente uova strapazzate, nessun panino con il prosciutto dunque, ma solo tanto caffèe un buon cornetto alla crema. Mi piace molto fare colazione da Starbucks. Questa foto risale a questa estate, nello Starbucks di Varsavia. Ho provato per la prima volta lo Yogurt con i cereali, pezzettini di cioccolato e arancia, una vera goduria per iniziare nel modo giusto la giornata! Magari ne aprissero uno anche a Roma, penso che così potrei fare uno strappo alla regola iniziando la giornata con una grande tazza di cappuccino firmata Starbucks 🙂 Gae.

Il Giardino degli Aranci a Roma [FOTO]



giardino-degli-aranci-1

Continuando   il tour virtuale per i luoghi meno conosciuti di Roma, è obbligatoria la tappa al Giardino degli AranciQualcuno di voi c’è mai stato? Nel caso potreste aggiungere altre informazioni o fotografie a quelle da me condivise! Continua a leggere

IL GIARDINO DEGLI ARANCI.


giardino-degli-aranci-1

Continuando   il tour virtuale per i luoghi meno conosciuti di Roma, è obbligatoria la tappa al  Giardino degli Aranci. Qualcuno di voi c’è mai stato? Nel caso potreste aggiungere altre informazioni o fotografie a quelle da me condivise! Il Giardino degli Aranci sorge sul Colle Aventino nel rione Ripa. Il vero nome del Parco è Savello, porta, quindi, il cognome della famiglia Savelli che lo eresse tra il 1285 e il 1287. Come si può intuire, il parco è detto anche Giardino degli Aranci per via delle numerose piante di aranci amari che caratterizzano i viali del parco.

Passeggiando tra i viali alberati del parco, oltre ad essere inebriati dal profumo  di questo ottimo frutto, è possibile godere di un panorama fantastico della città di Roma.

giardino-degli-aranci-2

giardino-degli-aranci-3

Come potete vedere nella foto, il viale principale del giardino è dedicato al grande Nino Manfredi, attore di origine ciociara, ma romano d’adozione. Grande Nino Manfredi!

giardino-degli-aranci-4

Il Giardino degli Aranci si trova a pochi passi dal Roseto Comunale di Roma. Gae

roseto0

ISCRIVITI ANCHE TU AL CONCORSO DEDICATO AI BLOGGER: DIVENTA INVIATO SPECIALE VERATOUR.


inviato-speciale-veratour

Cari amici blogger, instagrammer e social addicted, c’è un concorso molto interessante indetto da Veratour dedicato a chi ama viaggiare, scrivere, fotografare, condividere, ecc. Diventa anche tu “Inviato speciale” per Veratour! Una giuria di esperti decreterà il vincitore:  ogni inviato avrà il compito di raccontare la propria vacanza in un Villaggio Veratour con foto, video, post su Facebook, live-tweet che saranno raccolti su una piattaforma web che documenterà in diretta l’esperienza di viaggio. Iscriviti anche tu al concorso, hai ancora qualche giorno di tempo. Io ho già preparato la valigia, adesso non mi rimane che incrociare le dita! In bocca al lupo a tutti! 🙂 Gae.

Ecco dove iscriversi:  http://inviatospeciale.veratour.it/author/vera247932799/

LA PUGLIA OLTRE IL MARE.


pasquetta1

Molti di voi conoscono la Puglia solo per il mare, il sole e il vento, ma c’è una parte di questa bellissima terra ai più sconosciuta, ma che secondo me merita tanto. Ecco delle foto scattate ieri al Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Il paesaggio è bellissimo, qui il tempo sembra trascorrere con lentezza,  è la  natura il vero custode del posto. E’ proprio tra queste  caratteristiche stradine che in passato veniva messa in pratica la “Transumanza”. Secondo questa antica usanza, i pastori abruzzesi e molisani portavano le proprie mandrie a pascolare in queste zone pianeggianti della Puglia percorrendo le vie naturali dei Tratturi. Il trasferimento in terra pugliese avveniva alla fine dell’estate quando  un clima più mite garantiva  la sopravvivenza del bestiame.  Che ne dite? E’ bellissimo tutto questo? Gae

PUGLIA OVER THE SEA

(This message is translated automatically. Apologize for any errors )

Puglia is famous for the sea, the sun and the wind, but there is a part of this beautiful land not well known. These photos taken yesterday at the Alta Murgia National Park. The scenery is beautiful, the weather here seems to pass slowly, is the nature the guardian of the place. In this place the shepherds from Abruzzo and Molise grazed their livestock in these areas of Puglia along the natural ways of Tratturi. This ancient custom is called Transhumance. What do you think? Is it very beautiful?

pasquetta7

pasquetta2

pasquetta3

pasquetta5

pasquetta6

pasquetta8

E per concludere un Selfie in Puglia! Ps: Scusate, ma la tentazione è stata forte! 🙂

pasquetta9

 

La città che muore, che meraviglia!


civita-di-bagnoregio

Il 6 gennaio sono stato con alcuni amici a Civita di Bagnoregio, un piccolo borgo in provincia di Viterbo.  Questo caratteristico borgo è anche detto ” La città che muore” perchè la collina sul quale sorge si sta erodendo con il passare del tempo. Civita di Bagnoregio, infatti, è raggiungibile soltanto a piedi, percorrendo un lungo ponte in cemento armato. Giunti per le 13 abbiamo pranzato presso il ristorante “Romantica Pucci” dove del personale molto disponibile e cordiale ci ha consigliato di assaggiare come antipasto delle terrine di patate e tartufo e un bel piatto di  salumi e formaggi tipici del posto. Per primo abbiamo preso la carbonara al tartufo e per secondo un ottimo cinghiale in agrodolce. Per dolce un’ottima fetta di cheesecake ai frutti di bosco. Tutto veramente molto buono! Inizialmente credevo che il tartufo mi avrebbe un po’ stufato, invece, al sol pensiero mi viene l’acquolina in bocca 🙂

carbonara-al-tartufo

Dopo pranzo abbiamo raggiunto il paesino dove era in corso l’ultima giornata del presepe vivente. Fantastico e molto  suggestivo. Abbiamo concluso la serata con una mega frittella dolce da intingere in una buona tazza di cioccolata calda. Qualcuno di voi ci è mai stato?

Guardate queste foto che ho scattato, non rendono in pieno la bellezza del posto, ma servono per farsi un’idea e magari organizzare una gita 🙂

asino

presepe-vivente-civita-di-bagnoregio

Un bel modo per viaggiare gratis.


Una bella iniziativa che voglio condividere con voi, amici di blog!:)  Dal 18 al 24 Novembre c’è la Settimana del Baratto: per una settimana i bed & breakfast di tutta Italia che aderiscono all’iniziativa offrono un soggiorno gratuito in cambio di un “qualcosa” che può essere un servizio, prodotti tipici o un semplice  scambio di “letto”:) Io non ho alcun viaggio in programma, ma mi sono divertito a leggere i baratti proposti per un soggiorno gratuito  in Salento o  in Toscana. Alcuni sono proprio atipici e divertenti! 🙂

testata_home

Per maggiori informazioni: http://www.settimanadelbaratto.it/pagina.cfm?id=14234&idregione=13

Roma. Carrozza 6 posto 68.


image

Preparare  la valigia per tornare a casa mi riempie il cuore di gioia, divento sempre più pratico, pochi minuti e la zip è chiusa. Poi penso a quanti vestiti ho arrotolato per farli entrare tutti, a quante stagioni ho visto alternarsi, a tutte le esperienze che ho vissuto e a quanti sorrisi e lacrime ho conservato nelle tasche più segrete del bagaglio. Poi la mia famiglia che mi aspetta, il mio cane, i miei amici… Sono la mia forza e se sono così lo devo a loro. Ogni volta che torno a casa ho il cuore in gola, ho paura di scorgere sul viso dei miei genitori una ruga in più, di vedere la fronte dei miei fratelli aggrottarsi per qualche brutto  pensiero o  i bicchieri dei miei compagni di una vita  brindare ad una nuova vita in cui vorrei sempre esserci. Adesso sono sul treno che mi porta a Roma, carrozza 6 posto 68, nelle cuffie un malinconico Asaf Avidan che scandisce lentamente il tempo che passa e dal finestrino gli ultimi scorci di una Puglia piatta, dal paesaggio troppo monotono rispetto al mio animo altalenante. Gae