Ricette tipiche: A’genuvese napoletana


pasta-alla-genovese

Questa domenica per pranzo ho mangiato una ricetta della tradizione Napoletana: la pasta alla Genovese. Vi starete chiedendo se c’è stato un errore di battitura o se ho qualche problema con la geografia. Tranquilli, vi spiego tutto! 🙂 Pare che durante il periodo aragonese molti genovesi aprirono diverse osterie nei pressi del porto di Napoli lasciando, così, in eredità ai cittadini del posto la ricetta di questo ottimo sugo a base di carne e cipolla che si consuma principalmente durante i pranzi domenicali. Ringrazio Gianluca per avermi insegnato questa gustosissima ricetta!

napoli

Ecco la preparazione per 4 /5 persone: tagliate a fette molto sottili 500 g di cipolle dorate, 2 gambi di sedano e 2 grandi carote . In una pentola capiente con dell’olio extravergine d’oliva soffriggete prima il sedano e la carota, poi la cipolla e quando sarà appassita aggiungete 500 g di carne di manzo tagliato a pezzetti. Appena la carne avrà assorbito tutto il soffritto alzate la fiamma e aggiungete 1 bicchiere di vino bianco secco. Quando il vino sarà evaporato del tutto, aggiungete 1 litro di brodo di carne, sale e pepe q.b e abbassate la fiamma al minimo. A questo punto armatevi di santa pazienza: deve cuocere per 8 ore! La carne dovrà spappolarsi quasi completamente amalgamandosi alla cipolla. Di tanto in tanto controllate che il brodo non si sia assorbito del tutto (nel caso aggiungetene dell’altro).
Consiglio come pasta gli ziti spezzati in due o i paccheri. Vi assicuro che è un piatto veramente molto gustoso e che l’attesa vale l’impresa! 😉
Venerdì la Gricia preparata da Lolla, domenica la Pasta alla Genovese e poi è logico che la pancia aumenta GAE

TAGLIATELLE STRACCIATELLA E SPECK


Immagine

Volete un’idea gustosa da proporre la prossima domenica se avete ospiti a pranzo? Questa ricetta farà sicuramente al caso vostro! Si tratta di un primo molto semplice da preparare, il segreto sta tutto nella genuinità degli ingredienti. Il pezzo forte del piatto è la stracciatella pugliese, che qui a Roma è reperibile solo in alcuni supermercati e che comunque non ha precisamente lo stesso sapore di quella che mangio in Puglia dove vi consiglio di andare anche solo per questo!  🙂 Per chi di voi non dovesse conoscere la stracciatella apro una breve parentesi, si tratta esattamente del cuore morbido della burratafatto di pasta filata, che ha un sapore delicato ed un gusto fresco, in pratica è un tripudio difiordilatte burroso unito alla panna! Solitamente, preparo questo sformato di pasta nella teglia per fare le ciambelle col buco perché diventa anche un modo simpatico e carino di presentarlo a tavola, ma potete usare anche una normale teglia, l’importante è che non sia troppo bassa. Innanzitutto lessate le tagliatelle, imburrate la  teglia e rivestitela di speck. Scolate la pastaabbastanza al dente ed unitela alla stracciatella, mantecate bene e aggiungete due cucchiai di salsa di pomodoro. A questo punto versate la pasta nella teglia e finite di ricoprire con lo speck, versateci sopra altri due cucchiai di salsa di pomodoro ed infornate a 180°, il tempo di cottura dipende dalla “croccantezza” dello speck in superficie. L’unici problema è che mentre scrivevo mi è venuta l’acquolina in bocca e la nostalgia di casa! Un saluto. Lolla

Ricette vegetariane: i burger di zucchine


Ricetta vegetariana: burger alle zucchine. Cari amici, oggi vi consiglio una ricetta che renderà felici i vegetariani e non solo: burger vegetariani alle zucchine.

hamburger-vegetarini.jpg

Prepararli è semplice e sono un’ottima soluzione per quando invitate qualche amicovegetariano per pranzo/cena. Per prima cosa soffriggete uno spicchio d’aglio (tritato) e aggiungete 800 g. di zucchine tagliate a pezzetti. Dopo circa 15 minuti spegnete la fiamma e lasciatele raffreddare. In una coppa a parte sbriciolate 4 fette di pancarrè, aggiungete  50 g. di parmigiano grattugiato, qualche foglia di basilico sminuzzata, sale q.b. e due uova. Quando le zucchine saranno ormai fredde schiacciatele con una forchetta e unitele all’impasto. Adesso formate dei burger e friggeteli. Io sinceramente  ho preferito cuocerli su un tegame in pietra lavica. Buon appetito! 🙂

PS: Amici vi aspettiamo anche su facebook, mettete un mi piace sull’icona in alto a destra! Grazie

AAA Cercasi ricette con la zucca. Ecco la nostra!


zucca

Ricette con la  zucca cercansi – Buongiorno ragazzi e soprattutto buon  venerdì! Finalmente è tempo di zucca e ieri sera già la prima è stata mangiata 🙂

Ci  piacerebbe se condivideste con noi le vostre ricette per preparare la zucca! Fatevi avanti 🙂

zucca

 

Ecco la nostra: in una pentola soffriggete l’aglio e 100 g. di pancetta;  quando l’aglio  sarà imbiondito aggiungete circa 800 g. di zucca tagliate a fette, 1 peperoncino, sale q.b, 100 ml di vino bianco e qualche rametto di rosmarino. Lasciate cuocere per circa 30 minuti. Se volete, prima di servire, aggiungete un po’ di pecorino grattugiato. Accompagnate la zucca con qualche crostino al rosmarino.

Ricette dolci: ecco la coloratissima Rainbow Cake


rainbow cake

Cari amici, buongiorno e buona domenica! Quale dolce avete preparato per pranzo? Qualcuno si è cimentato con la Rainbow Cake di Ernst Knam? Durante la puntata di Bake Off di Venerdì scorso se ne sono viste di tutti i colori 🙂 Se vi va potete seguire le puntate di Bake Off Italia live sulla nostra pagina facebook 🙂 Clicca qui per scoprire  la ricetta della  Rainbow Cake. E’ veramente molto bella, ma secondo voi è anche buona?

Ricette vegetariane: i Burger di Gnam Box


Ciao a tutti  amici di blog, oggi voglio condividere con voi un’ottima pietanza  ricopiata  dal ricettario di Stefano e Riccardo, i ragazzi di Gnam Box

Questo slideshow richiede JavaScript.

Stefano e Riccardo sono due simpatici ragazzi con le idee molto chiare sul concetto del “mangiar bene”: per loro il cibo è convivialità, è cultura,  è fashion, è esperienza e con questa bella “scusa” percorrono  in lungo e in largo lo stivale alla ricerca dei segreti culinari ben sigillati  tra qualche vasetto in dispensa di qualche saggia signora.

Ecco allora la ricetta dei  Burger Vegetariani firmati  Gnam Box. La mia unica variante rispetto all’originale sono le dosi: io ho raddoppiato le quantità, ma in compenso ho preferito cuocerli in forno.

Procedimento: innanzitutto scaldate in padella dell’olio, aggiungete qualche foglia di menta e uno spicchio d’aglio. Quando l’aglio sarà imbiondito aggiungete 4 zucchine tagliate a dadini. Per i primi minuti dovranno cuocere a fuoco alto, salatele e  terminate  la cottura a fuoco medio. A parte cuocete 200 g. di fagioli e schiacciateli con  una forchetta. A questo punto mescolate le zucchine, i fagioli, il sale,  il pepe e il pangrattato necessario per poter formare i burger. Aiutandovi con un coppapasta realizzate 4 burger e cuoceteli in forno. Che ve ne pare? Posso dirvi che è una ricetta semplice e gustosissima.

Ho accompagnato i Burger con una frisella pugliese condita con olio extravergine di oliva aromatizzato all’arancia, pomodorini e glassa di aceto. Ovviamente tutto made in puglia, una vera delizia!

Ps: Cari Stefano e Riccardo, visto che è tempo di nomination, mi autoinvito nella vostra cucina per testare personalmente le vostre ottime delizie culinarie. In cambio posso portarvi la ricetta della focaccia pugliese. Accettate il mio invito? 🙂 Gae

PS: Amici vi aspettiamo anche su facebook, mettete un mi piace sull’icona in alto a destra! Grazie

4

Dolci al cucchiaio: crema di mascarpone con brownies


dolci-al-cucchiaio

Buongiorno ragazzi, oggi voglio condividere una ricetta molto gustosa e soprattutto semplice da preparare: crema di mascarpone e panna con brownies. Ho servito questa crema in questo barattolino, che ne dite, è fantastico? Per prima cosa sbattete con una frusta 150 g. di mascarpone con 30 g. di zucchero a velo. A parte montate 150 g. di panna fresca e prima che sia completamente compatta aggiungete 10 g. di zucchero a velo. Amalgamate la panna montata con il mascarpone mescolando dal basso verso l’alto e lasciate riposare in frigo per circa 30 minuti coprendo il tutto con una pellicola. Sbriciolate qualche brownies e mischiateli  alla crema. Riempite le coppette per dolci, bicchieri o i barattolini come ho fatto io e servite. Volendo potete spolverare un po’ di cannella. E poi…basta, buon appetito! 🙂 Gae

PS: Amici vi aspettiamo anche su facebook, mettete un mi piace sull’icona in alto a destra! Grazie

Ricette etniche: la Francesinha portoghese


francesinha

Buongiorno a tutti amici di blog.  L’ora di pranzo si avvicina e i morsi della fame li sento già da un po’; cosa state preparando di buono? Questo week-end sono stato inPortogallo, a Porto per la precisione e, tra le tante delizie a base di pesce mangiate, ho assaggiato laFrancesinha, un piatto tipico portoghese a base di carne e formaggio. Riconosco che possa non piacere a tutti per il suo sapore molto deciso…

Ho cercato in internet  la ricetta per chi volesse provarla, io la consiglio 🙂

Francesinha: ecco la ricetta.  Disponete su  un piatto piano una fetta di pane in cassetta sulla  quale aggiungerete una fettina di carne di manzo già cotta, una fetta di prosciutto cotto, un wurstel tagliato in due, dei pezzettini di formaggio a proprio piacimento e qualche pezzetto di salame piccante. Chiudete il tutto con un’altra fetta di pane e ricoprite  con abbondante formaggio fresco;  condite, infine, con una particolare salsa a base di porto.

francesinha-1

Per preparare la salsa occorre mescolare un pugno di farina di grano con mezzo bicchiere di latte, 100 g. di margarina, 150 g. di polpa di pomodoro, brodo di carne q.b. e un bicchiere di porto. Frullate tutti gli ingredienti e cuocete mescolando lentamente fino ad ebollizione. La Francesinha è quasi pronta, lasciatela scaldare per qualche minuto in forno, fino a quando il formaggio si sarà fuso.

porto

A Porto la Francesinha viene servita con patatine fritte e un uovo fritto in cima a tutto, ma secondo me è veramente troppo!! 🙂 Come potete vedere nella foto, il mio piatto tipico portoghese è nella versione ai funghi.

Che ne dite? E’ una “bomba” vero? 🙂 Però vi assicuro che ne vale la pena prepararla almeno una volta  😉 Gae.

Ricette: Crostatine ai peperoni con basilico rosso e caprino del Mondo di Ortolandia


ricette-crostatine

Avete mai preparato le Crostatine ai peperoni con basilico rosso e caprino? Non ancora? Grave! 🙂 Ecco come fare seguendo la ricetta di Il Mondo di Ortolandia – Una favola in tavola.

Ricette tipiche: il rustico leccese di una salentina doc


grazie-jpg

Ragazzi, innanzitutto grazie a tutti voi che ci state seguendo anche su Facebook! 🙂 Finalmente possiamo vederci “negli occhi” e possiamo scriverci e scambiarci idee e ricette in maniera immediata! Siccome quando si tratta di mangiare non perdiamo tempo, abbiamo immediatamente approfittato per sfogliare il ricettario di Salentina in Cucina e tra le tante ed ottime ricette abbiamo deciso di condividere quella del Rustico Leccese. Credeteci, è un prodotto tipico salentino che dovete necessariamente assaggiare, è fantastico! 🙂

Ricetta dolci: torta al cioccolato fondente con caramello salato


ricette-dolci-luca

Torta al cioccolato fondente con caramello salato, ecco la ricetta. Circa 6 anni fa sono stato a Dublino per una vacanza studio, un’esperienza bellissima che mi ha dato la possibilità di conoscere tanta gente con la quale ancora oggi sono in contatto. Durante un’escursione alle bellissime scogliere di Moher ho conosciuto Luca Vaccaro,  un ragazzo molto simpatico, pieno di interessi  e amante della buona cucina. Tra le sue tante ricette, Luca ha deciso di condividere con tutti noi la ricetta della torta al cioccolato fondente con caramello salato. Siete curiosi di saper come si prepara? Allora non perdete tempo, Luca ci spiega in maniera molto dettagliata il procedimento…

Preparare la  torta al cioccolato fondente è molto semplice e i  risultati sono garantiti! Questa ricetta è adatta anche a chi non è molto abile tra i fornelli, infatti,  anche se si sbagliano i tempi di cottura  non è un problema perché  il procedimento è simile alla preparazione delle mousse al cioccolato francese.

Io la preparo così, ecco gli ingredienti che occorrono:

300g cioccolato fondente

100g zucchero

100 g burro

2 cucchiai rasi di farina

1 cucchiaio di cacao amaro in polvere

1 cucchiaio di rum

zucchero a velo e pizzico di sale

Procedimento:

Il procedimento è simile alla preparazione della mousse al cioccolato (30gr di burro, senza farina)

-sciogliere a bagnomaria il cioccolato. Unire il burro

-separare gli albumi dal tuorli e battere quest’ultimi con lo zucchero e rum, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso

-amalgamare la farina e il cacao setacciati

-incorporare poco alla volta il cioccolato fuso tiepido

-montare gli albumi a neve con pizzico di sale e unirlo all’impasto, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli

-imburrare e infarinare uno tampo rotondo di 20cm

-versare l’impasto

-cuocere in forno a 160, per 30 min

Il bello di questa torta è, appunto, che non ci si deve preoccupare troppo per la cottura. Se non si cuoce troppo è buona uguale, e l’effetto che si crea, quando la si assaggia è da brividi!

Per rifinirla si può spolverarla con zucchero a velo. Ulteriore suggerimento da effetto stravolgente, è spruzzarci sopra del caramello salato.

Beh che dire, non è fantastica? Caro Luca, grazie per aver condiviso questa ottima ricetta con tutti noi di Sale quanto basta, adesso attendiamo qualche altra ricetta, magari tipica della tua terra.

Ricetta: girandole di pane


pane-altamuraEcco una ricetta finger food facile, semplice e veloce da preparare, anche questa fatta venerdì scorso per inaugurare il weekend con gusto! 🙂 Prendete delle fette di pane bianco per tramezzini, posate ogni fetta su un foglio di pellicola trasparente e schiacciate con il mattarello.

A questo punto, preparate la farcia in base ai vostri gusti. Io ho fatto diverse farciture, una a base di philadelphia e noci tritate, una a base di mayonaise, salmone e rucola, una con salsa rosa, prosciutto cotto e funghetti e un’altra con robiola e breasaola. Arrotolate delicatamente il pane e avvolgetelo nella pellicola trasparente. Lasciate riposare in frigo per almeno 3 ore, al momento di servire levate la pellicola e tagliate il vostro salame di pane in fettine di circa un cm. Ecco delle girandole di pane belle da vedere e buone da mangiare!Lolla

Ricette: cipolle caramellate per hamburger



hamburger

Ieri sera mi sono concesso un piccolo strappo alla regola:  ho mangiato un ottimo hamburger di manzo con cipolle caramellate ed insalata, una vera goduria! 🙂 Sono stato con alcuni amici presso l’ Hamburgeseria di San Lorenzo a Roma, un locale carino con delle ottime birre e del cibo di qualità! Se siete nei paraggi vi consiglio di farci un salto. (http://www.hamburgeseria-roma.com/). Continua a leggere

RICETTE DOLCI: TORTA DI RICOTTA IN 10 MINUTI.



torta-di-ricotta

Ciao a tutti amici e buon martedì! Visto che il fine settimana è ancora lontano, ho deciso di addolcire la mia giornata con questa torta di ricotta,  semplice da preparare e…velocissima da terminare! 🙂 E’ pronta  in soli 10 minuti, non perdete tempo quindi, le papille gustative ringrazieranno 🙂

Ricetta “Torta di ricotta” : in una capiente coppa versate 1 kg di ricotta fresca, 8 uova, 400 g. di zucchero e mezzo bicchiere di limoncello (o scorzetta di limone grattugiata)  e mescolate il tutto con lo sbattitore. Imburrate una teglia da forno, versate il composto e mettete in forno per circa 40 minuti a 180°. Io ho optato per la versione al cioccolato semplicemente aggiungendo alla ricotta qualche scaglia di cioccolata fondente. Appena la torta di ricotta si è raffreddata aggiungete del cacao in polvere. Gae.

This message is translated automatically. Sorry for any errors.

Recipe “Cheesecake” in a large cup mix 1 kg of ricotta cheese, 8 eggs, 400 g. of sugar and half a glass of Limoncello (or lemon zest) and mix well with the mixer. Grease a baking dish with butter, and bake it for 40 minutes at 180 degrees. I opted for the chocolate version (adding a few pieces of dark chocolate a few flakes).

What do you think? It ‘very easy to prepare?

FAVE FRESCHE E PECORINO


fave-fresche-e-pecorino

Avete mai mangiato le fave fresche con il pecorino? Io mai fino a qualche giorno fa, ma dopo averle provate posso assicurarvi che è un accostamento perfetto! Fave e pecorino romano è una pietanza tipica qui a Roma, e si consuma principalmente il 1 Maggio, ma sinceramente io ho continuato ad apprezzarla anche nei giorni successivi 🙂 Provate per credere! A proposito di pecorino e considerando che l’ora di pranzo si avvicina, vi ripropongo una ricetta postata qualche giorno fa: Cacio e pepe alla romana. Buon appetito a tutti! 🙂 Gae.

RICETTA CACIO E PEPE

cacio-e-pepe

Oggi vi propongo una ricetta tipica di Roma, secondo me la migliore: Cacio e pepe alla romana. Sembra semplice da preparare, ma vi assicuro che non lo è e se non si è attenti ai tempi di cottura il risultato è disastroso. Se ben preparati potreste diventare i re dei fornelli, altrimenti un bel CALCIO (ma senza pepe) non ve lo risparmierebbe nessuno dei commensali 🙂 

Passiamo alla ricetta:  per prima cosa in una capiente ciotola di alluminio mescolate  il pecorino grattugiato (possibilmente il cacio pecorino romano DOP) con del pepe.  Cuocete  la pasta in acqua leggermente salata e ancora al dente, trasferitela con un forchettone nella ciotola con il pecorino e il pepe. Girate rapidamente e con energia la pasta nel condimento aggiungendovi subito due mestoli di acqua di cottura per amalgamare il tutto (per questo la pasta  non va  scolata). La pasta cacio e pepe va servita subito onde evitare che il formaggio si ricompatti. Siccome sono molto goloso, prima di addentare questa ottima pasta, ho spolverato ancora del pecorino e del pepe. 🙂 Buon appetito! Gae

RICETTA DOLCI: LA TORTA CON LE PALLE.



ricetta-torta

Cari amici, voglio condividere una  gustosissima ricetta letta sul blog di Chiara Maci e da me ribattezzata: la torta con le palle! 🙂  Prepararla è molto semplice: in una ciotola versate 175 grammi di zucchero, 2 uova, 160 g. di burro ammorbidito, 350 g. di farina e,  infine, una bustina di vanillina e una di lievito. Con l’impasto così ottenuto formate tante piccole palline e disponetene una metà in un tegame con carta da forno.

Adesso dovete preparare la crema di ricotta per farcirla: mescolate 300 g. di ricotta con 150 g. di zucchero e   100 g. di cioccolato fondente a pezzetti (io ho aggiunto anche una spolverata di cacao amaro in polvere) . Versate la crema di ricotta sulle palline precedentemente posizionate e ricoprite il tutto con il resto dell’impasto (sempre a palline).

Infornate a 180° per 45 minuti. Quando la torta sarà tiepida ricoprite con zucchero a velo o cacao in polvere. Credetemi la torta è veramente molto buona e l’effetto è fantastico! 🙂 Gae

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’.


amelie

Cari amici,  “Brownies: la ricetta della felicità” è un breve racconto che ho scritto qualche mese fa. Spero di aver trattato con la massima delicatezza un argomento molto complesso. Una carezza a tutti quelli che soffrono o hanno sofferto di BULIMIA. Spero il racconto vi piaccia. Gae.

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’  – Di: Gaetano Buquicchio

Ricetta: tagliate il cioccolato a pezzettini, sciogliete il burro a bagnomaria e unite il cioccolato tritato. Aggiungete il cacao in polvere e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa e chiara. Versate il composto di cioccolato e burro e mescolate ancora. Unite il lievito in polvere alla farina, un pizzico di sale e setacciate tutto insieme. Infine tritate grossolanamente le nocciole e unitele mescolando con la spatola: Infornare in forno caldo a 180° per 35 minuti.

Brownies

Quando preparo i dolci mi piace ascoltare la musica, il jazz per la precisione, mi piace liberare il tavolo da ogni inutile soprammobile e mettere al centro un vaso di fiori colorati. Raccolgo i miei lunghi capelli, sfilo i miei grandi anelli e indosso la mia maglia preferita, quella nera: lunga sui fianchi, morbida sul davanti, larga abbastanza da nascondere quello che c’era da nascondere.
Mi piace preparare i dolci quando sono da sola in casa. Ci sono solo io e la cioccolata tagliata a pezzettini, io e il burro sciolto a bagnomaria, io e le nocciole tritate, io e le uova montate con lo zucchero, io e un pizzico di sale, io e 5 grammi di lievito.

Io e i miei segreti.

Anche i brownies nascondo segreti. Come la cannella, l’ingrediente che nessuna ricetta prevede e che io invece infilo sempre all’ultimo momento. Dopo aver aspettato 35 minuti, i brownies escono dal forno odorosi e fragranti.

Dicono che la cioccolata aiuti a combattere lo stress e metta anche di buonumore.
Prendo il vassoio di porcellana, quello degli ospiti, dove dispongo con una precisione quasi maniacale i miei dolci prima della spolverata dello zucchero a velo. Metto il vassoio vicino ai fiori. Quei biscotti così neri mi ricordano le vacanze estive trascorse in montagna. Io così piccola e fragile per quella montagna così alta da scalare. Non volevo deludere nessuno, non volevo deludere i miei genitori, non volevo deludere i miei fratelli, non volevo deludere le mie aspettative, ma nonostante i miei sforzi rimanevo sempre indietro. Così mi sento quando preparo i dolci. I miei brownies sono pronti per essere gustati. Solo che io non aspetto nessuno.
Io e i miei brownies
Io e la montagna da scalare in estate
Io e i miei capelli raccolti
Io e le mie dita gialle
Io e i miei denti corrosi
Io e il mio mal di stomaco
Io e il mio mal di gola
Io abbracciata a  quella tazza di porcellana così fredda
Sei una merda. Sei una merda.
Sono-una-merda

 

NON CONVENTIONAL FOOD: POLLO AL LIMONE NON FRITTO.



limoni111

Mi piace molto sperimentare la cucina degli altri Paesi, sono uno di quelli che quando è all’estero va alla ricerca del ristorantino che prepara piatti tipici del posto. I rischi di sbagliare  sono alti, ma sono del parere che se non rischi non  rosichi. Apprezzo molto la cucina giapponesecinese e anche africana, mentre non sopporto i fast food, per me il cibo va assaporato e consumato con lentezza. Quando vedo molti ragazzini impazzire per quei panini del McDonald’s o di altre catene, penso sempre al salumiere sotto casa e ai suoi panini freschi da farcire con salumi e formaggi tipici…non sanno cosa si perdono! 🙂 Stasera preparerò per cena il Pollo al limone, prendendo spunto dalla cucina cinese, ma io non lo friggo, meglio mantenersi leggeri.

RICETTA: Innanzitutto procuratevi 500 grammi di pollo, tagliatelo a striscioline e disponetelo in una ciotola. Aggiungete 2 cucchiai di farina e sale ovviamente…quanto basta🙂 Mettete il pollo infarinato in una padella e girate velocemente fin quando non avrà  perso il suo colore rosa. Aggiungete un po’ d’acqua per evitare che si attacchi (questa è la variante senza olio). Versate, infine, ilsucco di due grandi limoni e girate per circa 10 minuti. Ed ecco pronto un leggerissimo e gustosissimo pollo al limone. A me piace molto, se lo provate fatemelo sapere 😉 _Gae_

NON CONVENTIONAL FOOD: LEMON CHICKEN

(This message is translated automatically. Apologize for any errors )

I like to eat the cuisine of other countries. I appreciate the Japanese, Chinese and African food, but I don’t  like fast food, for me, the food should be eaten slowly 🙂  Tonight I will prepare the Lemon Chicken, inspired by Chinese cuisine, but I don’t  fry it.

RECIPE: Cut into strips 500 grams of chicken and put it in a bowl. Add 2 tablespoons of flour and salt to taste.  Put the floured chicken in a pan and quickly turn until it has lost its pink color. Add some ‘water to prevent sticking (this is the version without oil). Now pour the juice of two large lemons and stir for about 10 minutes. here is a very light and tasty lemon chicken. I like it a lot, if you try it let me know.

CACIO E PEPE ALLA ROMANA: UN DOP AL TOP!


cacio-e-pepe

Oggi vi propongo una ricetta tipica di Roma, secondo me la migliore: Cacio e pepe alla romana. Sembra semplice da preparare, ma vi assicuro che non lo è e se non si è attenti ai tempi di cottura il risultato è disastroso. Se ben preparati potreste diventare i re dei fornelli, altrimenti un bel CALCIO (ma senza pepe) non ve lo risparmierebbe nessuno dei commensali 🙂 

Passiamo alla ricetta:  per prima cosa in una capiente ciotola di alluminio mescolate  il pecorino grattugiato (possibilmente il cacio pecorino romano DOP) con del pepe.  Cuocete  la pasta in acqua leggermente salata e ancora al dente, trasferitela con un forchettone nella ciotola con il pecorino e il pepe. Girate rapidamente e con energia la pasta nel condimento aggiungendovi subito due mestoli di acqua di cottura per amalgamare il tutto (per questo la pasta  non va  scolata). La pasta cacio e pepe va servita subito onde evitare che il formaggio si ricompatti. Siccome sono molto goloso, prima di addentare questa ottima pasta, ho spolverato ancora del pecorino e del pepe. 🙂 Buon appetito! Gae

 

RECIPE: PASTA CACIO AND PEPPER

(This message is translated automatically. Apologize for any errors )

Recipe: In a large bowl, mix the cheese (possibly the pecorino romano DOP) with pepper. Cook the pasta in lightly salted water and with a fork transfer it in to the bowl with the cheese and pepper. Turn the pasta quickly and with energy in the sauce adding,  immediately , two tablespoons of cooking water and mix everything. The pasta with cheese and pepper should be served immediately. Bon appetit! Gae

VELLUTATA PISELLI, MENTA E YOGURT GRECO.


total-yogurt

Ragazzi che fame! Per fortuna è quasi l’ora di pranzo ed ecco, allora, una ricetta gustosa da preparare in poco tempo: crema di piselli, menta e yogurt greco. A me piace moltissimo, fatemi sapere cosa ne pensate! 🙂

Preparazione: tritate mezza cipolla bianca e lasciatela imbiondire per qualche minuto in una padella con dell’olio. Aggiungete 500 g. di piselli surgelati e lasciateli cuocere per circa 30  minuti insieme al brodo vegetale. A cottura ultimata aggiungete 1 cucchiaio di menta e passate il tutto in un mix aggiungendo sale e pepe quanto basta.

Appena tiepida versate la vellutata nel piatto versando al centro un po’ di yogurt greco. E poi…buon appetito! 🙂 Gae.

CREAMED PEAS WITH MINT AND GREEK YOGURT.

(This message is translated automatically. Sorry for any errors.)

Guys I’m hungry! Luckily it’s lunch time. This is a tasty recipe to prepare in a short time: creamed peas, mint and greek yogurt. I love it, let me know what you think! 🙂

Recipe:  chopped white onion and cook it for a few minutes in a pan with the oil. Add 500 grams. frozen peas and cook for about 30 minutes with the vegetable broth. Just cooked, add 1 tablespoon of mint and pour in a mix, adding salt and pepper to taste. Pour the soup into a plate and add (in the middle) 1  spoonful of greek yogurt. And then … bon appetit! 🙂