AAA Cercasi ricette con la zucca. Ecco la nostra!


zucca

Ricette con la  zucca cercansi – Buongiorno ragazzi e soprattutto buon  venerdì! Finalmente è tempo di zucca e ieri sera già la prima è stata mangiata 🙂

Ci  piacerebbe se condivideste con noi le vostre ricette per preparare la zucca! Fatevi avanti 🙂

zucca

 

Ecco la nostra: in una pentola soffriggete l’aglio e 100 g. di pancetta;  quando l’aglio  sarà imbiondito aggiungete circa 800 g. di zucca tagliate a fette, 1 peperoncino, sale q.b, 100 ml di vino bianco e qualche rametto di rosmarino. Lasciate cuocere per circa 30 minuti. Se volete, prima di servire, aggiungete un po’ di pecorino grattugiato. Accompagnate la zucca con qualche crostino al rosmarino.

Ricette tipiche: Farinata stracchino e pomodorini sott’olio.


ricetta-farinataRicetta della Farinata stracchino e pomodori sott’olio – Buongiorno a tutti amici di blog e buon martedì 🙂 Oggi vi proponiamo una variante molto buona della farinata;  in realtà il procedimento per prepararla è simile a quella già postata qualche giorno fa, cambia solo il condimento. Siamo sicuri che vi piacerà un sacco 🙂

Per la base: in una ciotola mescolate  300 g. di farina di ceci con 1 litro di acqua, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva  e 2 cucchiaini di sale. Lasciate riposare  il composto per qualche ora (almeno 2). Adesso versate un po’ di olio in una teglia e versate il composto che dovrà cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti o fin quando la farinata non sarà dorata. Mettete la farinata fuori dal forno e aggiungete sale e pepe q.b.

Per il condimento: occorrono  lo stracchino e i pomodorini sott’olio da utilizzare a proprio piacimento. Distribuite lo stracchino e i pomodorini sulla farinata già cotta, e prima di servire riscaldatela  per 2, 3 minuti, giusto il tempo di far sciogliere lo stracchino. Che ve ne pare? A noi fa impazzire! 🙂

Grazie per tutti i nuovi mi piace sulla pagina facebook, stiamo diventando tanti anche lì 😉

Carmen Consoli, il nuovo disco.


carmen

Finalmente una di quelle notizie che ti cambiano la giornata: torna Carmen Consoli, lo annuncia la “cantantessa” stessa sulla sua pagina facebook.

Ecco il suo annuncio:

 “NO, SIGNOR CENSORE, NON VOGLIO GIUDIZI SULLA MIA CONDOTTA MORALE, MA – EFFETTIVAMENTE – È TRASCORSO GIÀ UN LUSTRO…”

Sono trascorsi cinque anni dalla pubblicazione del mio ultimo disco. Cinque anni: un lustro, il lasso di tempo che – nell’Antica Roma – intercorreva tra un censimento e l’altro. Era un tempo per contarsi, per contare le ricchezze, per contare le strade percorse e quelle ancora da percorrere.
È passato un lustro dalla pubblicazione del mio ultimo disco e… è bello contarci perché siamo di più in famiglia. Questa è la mia più grande ricchezza e felicità.
Durante questi anni, ho battuto nuove strade artistiche, insieme a Carlo ho intrapreso un nuovo viaggio, meraviglioso, e questo viaggio mi sta portando gioia ed energia infinite: una piccola magia. L’ho scritto. E’ tutto qui, sulle corde della mia chitarra, sulle righe del mio taccuino. Tra pochissimo, sarà anche nelle casse del mio stereo.

Il mio nuovo lustro inizia il 20 gennaio,
il mio nuovo viaggio parte il 2 marzo da Parigi.

Vi aspetto.
Carmen

Ricette tipiche: la farinata genovese.


farinata1

Ciao a tutti ragazzi, oggi voglio condividere una ricetta tipica della liguria: la farinata genovese. E’ una ricetta molto semplice da preparare, ma vi assicuro che è ottima!

Ingredienti: 300 g. di farina di ceci, 900 ml di acqua, sale q.b., 1  bicchiere di olio extra vergine di oliva.

Procedimento: in una coppa mescola 300g di farina di ceci con 900ml di acqua e lasciala riposare a temperatura ambiente per min.4 a max 8 ore.

farinata-2

Adesso aggiungi sale q.b e mezzo bicchiere di olio. Versa il restante olio in una teglia da forno e aggiungi il composto. Cuoci a 200° per 30 min. Appena dorata sforna e sala.

Semplice vero? Volendo potete anche far riposare il composto per meno tempo, l’importante è eliminare i grumi.

Potete condire la farinata con dello stracchino aggiungendolo qualche minuto prima di sfornarla, giusto il tempo di farlo sciogliere un pochino.

Buongiorno e felice lunedì.


sedia

Ricette dolci: ecco la coloratissima Rainbow Cake


rainbow cake

Cari amici, buongiorno e buona domenica! Quale dolce avete preparato per pranzo? Qualcuno si è cimentato con la Rainbow Cake di Ernst Knam? Durante la puntata di Bake Off di Venerdì scorso se ne sono viste di tutti i colori 🙂 Se vi va potete seguire le puntate di Bake Off Italia live sulla nostra pagina facebook 🙂 Clicca qui per scoprire  la ricetta della  Rainbow Cake. E’ veramente molto bella, ma secondo voi è anche buona?

Parla con me!


wifi

Buongiorno ragazzi e finalmente posso dirlo: è arrivato il week-end!!!!!  🙂 Che dite se questo fine settimana ci sforzassimo ad usare il meno possibile cellulare, internet, wi-fi, ecc? Io non garantisco, però ci provo 😉

Ricette vegetariane: gli hamburger di ceci.


Buongiorno a tutti amici e buon giovedì. Il week-end è ormai alle porte, ecco quindi una ricetta  da preparare durante il fine settimana: hamburger vegetariani ai ceci. Preparare gli hamburger vegetariani è molto semplice, e porta via poco tempo se, come me, usate i ceci precotti. Ok il sapore dei ceci precotti  è diverso rispetto a quelli “freschi”, ma quando il tempo è tiranno “tutto fa brodo”  🙂

Per preparare gli hamburger vegetariani per 4 persone occorrono: 2 patate, 400 g. di ceci, mezza cipolla, prezzemolo, 2 uova, olio extravergine di oliva, pangrattato e sale quanto basta.

Lasciate bollire per circa 40 minuti le patate, nel frattempo lavate i ceci e lasciateli cuocere con la cipolla, il prezzemolo e un filo d’olio extravergine di oliva. Quando le patate si saranno raffreddate pelatele e unitele ai ceci. Con una forchetta schiacciate il tutto, fate in modo che diventino una sorta di crema. Aggiustate di sale e unitevi del pangrattato fino ad ottenere la giusta consistenza per creare gli hamburger. Con un coppapasta create 6 hamburger e lasciateli cuocere in forno per circa 20 minuti,

Semplice vero? Io ho servito gli hamburger di ceci con dei friggitelli.

Il rituale della felicità, ecco le regole da seguire!


felicità-

Ecco il rituale della felicità, poche regole da seguire per allontanare ansia e stress, ricordandosi ogni tanto di fermarsi davanti ad una tazza di caffè e sorridere alla vita 🙂 Noi ci proviamo! Buongiorno a tutti amici e buon giovedì.

PS: Amici vi aspettiamo anche su facebook, mettete un mi piace sull’icona in alto a destra! Grazie

Buon venerdì a tutti i mangioni!


le-persone-che-amano-mangiare

Buongiorno amici e buon venerdì! “Le persone che amano mangiare sono sempre le migliori” e allora io mi sento speciale 🙂 Felice weekend a tutti e godiamoci questi ultimi giorni di sole prima dell’arrivo di Elettra che promette pioggia e freddo 😉

Ricette dolci: torta Caprese


torta-caprese-ricetta

Le vacanze sono ormai giunte al termine e allora per addolcire il rientro in ufficio tra il caos e lo stress della città, ecco una ricetta facile da preparare: la torta caprese. La torta caprese, come si può intuire dal nome, è originaria dell’isola di Capri, è il dolce perfetto per chi ama le mandorle e il cioccolato!

Per prima cosa tostate 200 g. di mandorle in forno a 200 ° e  tritatele finemente. Montate a neve gli albumi di 4 uova con 60 g. di zucchero e un pizzico di sale. Adesso montate 150 g. di burro con 150 g. di zucchero e, quando il composto sarà spumoso, aggiungete il rosso delle uova (un tuorlo alla volta). Aggiungete 160 g. di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria (deve essere tiepido), le mandorle tritate e, infine, gli albumi montati a neve. Mescolate delicatamente dal basso verso l’alto. Infornate per 45 minuti in forno a 180°. Quando la torta si sarà raffreddata, spolverate un po’ di zucchero a velo. Che ne dite? Vi è bastato almeno un pochino a farvi sognare? 🙂

Il dolce risveglio di Roma…


roma

Buongiorno amici, anche Roma in estate fa fatica a svegliarsi, ma è perdonata, guardate che splendida giornata! Buon giovedì a tutti e serena giornata 🙂

Che teste di cactus!


cactus1

Mi chiedo come faccia la mia amica Alessandra a tagliare, cucire e spillare tutte quelle stoffe per dar vita alle sue magnifiche creazioni con quel frangettone davanti agli occhi. O come faccia a non perdere la pazienza in mezzo a tutte quelle Teste di Cactus che da mesi e mesi riempiono la sua stanza. Ma se vuoi  essere amico di Alessandra devi smettere anche di porti mille domande, basta poco per volerle bene: il suo sorriso contagioso, la sua creatività  e la sua aria (apparentemente) distratta.

Alessandra è in grado  di trasformare  vecchie  stoffe o accessori di  improbabili oggetti di uso quotidiano in  articoli  di artigianato  unici nel loro genere.  Nessuna bacchetta magica dunque, ma solo ago,  filo, passione e  tanti tessuti raccattati qua e là.

Le sue creazioni sono fatte tutte a mano, per questo i suoi lavori sono unici.

E così ecco una vecchia gonna dalla fantasia molto poco fashion (spesso ti chiedi come abbia fatto ad indossare un capo del genere) trasformarsi in un Cactus  o ancora  una maglietta rimpicciolita – dopo un lavaggio a 90° in lavatrice insieme a capi colorati-  diventare un alberello. Gae,

ale1

ale2

ale4

Se ti sei incuriosito scopri tutta la  collezione dei  Cactus e dei nuovi  Alberelli della Conoscenzasulla sua pagina Facebook: https://www.facebook.com/testedicactus

Se non lo fai…sei una Testa di Cactus!

cactus3

TESTE DI CACTUS di Alessandra Chi.

“Teste di Cactus nasce nel dicembre del 2012 in risposta ad una domanda: “Come fare un regalo simpatico e originale alla mia migliore amica, se ha praticamente tutto?”.
Sono entrata della stanza del cucito di mia madre e ho cominciato a rovistare tra vecchi tessuti e abiti malconci accumulatisi lì negli anni: gonne agghiaccianti, vestiti sventrati, magliette ristrette da lavaggi sbagliati, tende, tovaglie…cose che non avrebbero avuto più un futuro se fossero rimaste nella loro forma ma che, forse, avrebbero potuto avere una nuova e più gloriosa vita sotto altre sembianze. E perchè non una pianta? Perchè non un cactus?
Poi, una vecchia scatola di biscotti di latta piena di bottoni, ereditata dalla mia nonna materna, mi ha suggerito il resto.
Da qui prende vita la linea “C’era una volta…”: i cactus di questa linea sono stati realizzati riutilizzando, dunque, vecchi tessuti che, una volta, erano qualcos’altro. Per questa ragione, sono a tiratura limitata. Devo ammettere che l’imbottitura è stata ricavata da alcuni cuscini scomodissimi che meritavano la morte. I cuscini, in ogni caso, non hanno sofferto. 
Così, ogni pezzo ha una propria storia ed è unico nel suo genere; non ne troverete due uguali.”

Ricette estive: insalata di orzo e pomodorini


insalata-di-orzo-e-pomodorini

Ciao amici di blog, ecco una ricetta semplice, gustosa e leggera: l’insalata di orzo e pomodorini. E’ un piatto estivo perfetto da consumare in spiaggia! Dopo aver cotto l’orzo, conditelo con pomodorini, basilico, aglio, olio extravergine di oliva e succo di limone. Che ne dite? Ovviamente un gelatino dopo questo pasto leggero è concesso 😉

Da WordPress a Facebook, quel “mi piace” che ci avvicina un po’…


SALE3.jpg

Ciao ragazzi, Sale Quanto Basta è anche su Facebook, perchè non mettete un mi piace? Così possiamo “vederci negli occhi”, possiamo scambiarci più facilmente consigli, pensieri e ricette! 🙂 La nostra bacheca è aperta a tutti, scriveteci   la vostra ricetta, raccontateci  il vostro viaggio, mandateci un video che vi piace particolarmente, ecc.  e noi provvederemo a pubblicarlo! 🙂 Dai, vi aspettiamo! 

Clicca qui: https://www.facebook.com/pages/Salequantobasta/511709295546394?ref=hl&ref_type=bookmark

Z-Day a Roma, il ritorno dei morti viventi


z-day-roma-jpg

Z-Day a Roma – Buongiorno a tutti amici di blog, voglio segnalarvi  un’ iniziativa che renderà felici tutti gli amanti del genere horror, degli zombie per la precisione! Oggi a Roma ci sarà il primo Z-Day, dove la “Z” sta per Zombie 🙂 Ebbene sì, un’intera giornata dedicati ai morti viventi con tanto di zombie-walk, presentazioni di libri  e una lunga maratona di film a tema. L’appuntamento è alle 18 a Villa Borghese nei pressi della Casa del Cinema e si concluderà al multisala Barberini con una serie di iniziative da brivido. Ah dimenticavo, guardatevi le spalle 😉

Ricette tipiche: i taralli pugliesi


taralli

Ecco come preparare i tradizionali taralli pugliesi – Percorrendo le stradine del centro storico di Bari e dell’intera Puglia, ci s’imbatte facilmente in antichi panifici che preparano le proprie specialità in forni in pietra, secondo la tradizione e le ricette del passato. I caratteristici borghi antichi profumano di pane, di focaccia, di calzone di cipolla e di taralli appena sfornati. Tra le bianche viuzze del centro storico, capita spesso di incontrare turisti fare grandi scorte di taralli da portare a casa, dove spesso trovano solo quelli della grande distribuzione. Siccome prima o poi terminano (più prima che poi), ecco, quindi, la ricetta dei taralli pugliesi da preparare e consumare in qualsiasi momento dell’anno nella propria abitazione, con i propri cari e con le proprie mani.

Ingredienti per circa 4 persone:
500 g di farina
150 ml di olio extra vergine di oliva
150 ml di vino bianco
1 cucchiaino di sale per salare l’acqua
pepe o semi di finocchietto q.b.Procedimento: 

Su un piano da lavoro disponete a fontana la farina setacciata e versatevi al centro l’ olio extravergine di oliva – io uso quello D.O.P. di Bitonto- , il vino bianco, il sale, il pepe o i semi di finocchietto q.b. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Coprite il panetto ottenuto e lasciatelo riposare al fresco per 30 minuti. Mentre in una pentola bolle abbondante acqua con 1 cucchiaino di sale, staccate una piccola parte dell’impasto, formate dei cordoncini (7-8 cm di lunghezza e 1 cm di diametro) e legate le estremità dando la forma di una goccia o di un anello. Immergete nell’acqua pochi taralli per volta e appena salgono a galla disponeteli su un canovaccio per circa 20 minuti. Distribuite i taralli su una teglia oleata e infornate in forno già caldo a 180° per 30 minuti o fino a quando non saranno dorati e croccanti.
Accompagnare il tutto con un buon bicchiere di vino. Consigliato è un buon Primitivo di Puglia.
Se volete, possiamo diventare amici anche su facebook 🙂 

Buongiorno e buon 14 luglio


Buongiorno ragazzi e buon 14 Luglio. Ogni anno il 14 luglio ascolto questo bellissimo brano della “cantantessa” siciliana Carmen Consoli dedicato alla mamma; un brano dolce e  intenso estratto da uno degli album di Carmen che preferisco maggiormente: Mediamente isterica. Ascoltatelo e sono sicuro che mi darete ragione 🙂 Buon lunedì e buon 14 luglio a tutti!

L’oroscopo musicale di Luglio


oroscopo-musicale-jpg

Oroscopo mese di Luglio 2014 – Uno degli aspetti più interessanti di un blog è che conosci tanta gente, scambi idee, ricette, consigli o solo semplici pensieri. Ecco l’originale oroscopo musicale della nostra amica di blog:  Viola. Leggi qui cosa ti riservano le stelle e quale canzone farà da sottofondo alla tua estate… Già che ci siete, mettete anche un like alla pagina Facebook di Salequantobasta 🙂

L’oroscopo dal 10 al 16 Luglio di Rob Brezsny


oroscopo-jpg

Ecco puntuale come sempre l’oroscopo di Rob Brezsny dell’Internazionale dal 10 al 16 Luglio. Cosa ci riservano le stelle? Intanto il mio recita così e direi che va più che bene 🙂 Grazie Rob!

 

Vergine: Conosci bene la sensazione che si prova quando ti fanno scoppiare il cervello. E sono sicuro che in più di un’occasione ti hanno rubato il cuore. Ma sono curioso di sapere, Vergine, se ti hanno mai rubato la testa e fatto scoppiare il cuore. Mi chiedo anche se due rari eventi come questi si siano mai verificati contemporaneamente. Prevedo che nelle prossime tre settimane succederà qualcosa di simile. Ma non temere. Queste due epifanie metteranno in moto dei cambiamenti che ti porteranno solo benedizioni. Probabilmente strane e inaspettate, ma comunque benedizioni.