Che teste di cactus!


cactus1

Mi chiedo come faccia la mia amica Alessandra a tagliare, cucire e spillare tutte quelle stoffe per dar vita alle sue magnifiche creazioni con quel frangettone davanti agli occhi. O come faccia a non perdere la pazienza in mezzo a tutte quelle Teste di Cactus che da mesi e mesi riempiono la sua stanza. Ma se vuoi  essere amico di Alessandra devi smettere anche di porti mille domande, basta poco per volerle bene: il suo sorriso contagioso, la sua creatività  e la sua aria (apparentemente) distratta.

Alessandra è in grado  di trasformare  vecchie  stoffe o accessori di  improbabili oggetti di uso quotidiano in  articoli  di artigianato  unici nel loro genere.  Nessuna bacchetta magica dunque, ma solo ago,  filo, passione e  tanti tessuti raccattati qua e là.

Le sue creazioni sono fatte tutte a mano, per questo i suoi lavori sono unici.

E così ecco una vecchia gonna dalla fantasia molto poco fashion (spesso ti chiedi come abbia fatto ad indossare un capo del genere) trasformarsi in un Cactus  o ancora  una maglietta rimpicciolita – dopo un lavaggio a 90° in lavatrice insieme a capi colorati-  diventare un alberello. Gae,

ale1

ale2

ale4

Se ti sei incuriosito scopri tutta la  collezione dei  Cactus e dei nuovi  Alberelli della Conoscenzasulla sua pagina Facebook: https://www.facebook.com/testedicactus

Se non lo fai…sei una Testa di Cactus!

cactus3

TESTE DI CACTUS di Alessandra Chi.

“Teste di Cactus nasce nel dicembre del 2012 in risposta ad una domanda: “Come fare un regalo simpatico e originale alla mia migliore amica, se ha praticamente tutto?”.
Sono entrata della stanza del cucito di mia madre e ho cominciato a rovistare tra vecchi tessuti e abiti malconci accumulatisi lì negli anni: gonne agghiaccianti, vestiti sventrati, magliette ristrette da lavaggi sbagliati, tende, tovaglie…cose che non avrebbero avuto più un futuro se fossero rimaste nella loro forma ma che, forse, avrebbero potuto avere una nuova e più gloriosa vita sotto altre sembianze. E perchè non una pianta? Perchè non un cactus?
Poi, una vecchia scatola di biscotti di latta piena di bottoni, ereditata dalla mia nonna materna, mi ha suggerito il resto.
Da qui prende vita la linea “C’era una volta…”: i cactus di questa linea sono stati realizzati riutilizzando, dunque, vecchi tessuti che, una volta, erano qualcos’altro. Per questa ragione, sono a tiratura limitata. Devo ammettere che l’imbottitura è stata ricavata da alcuni cuscini scomodissimi che meritavano la morte. I cuscini, in ogni caso, non hanno sofferto. 
Così, ogni pezzo ha una propria storia ed è unico nel suo genere; non ne troverete due uguali.”

RICETTA NUTELLA HOMEMADE


home-made-nutellajpegNutella home-madeEcco la ricetta della Nutella fatta in casa.  Io sono un amante del cioccolato e delle nocciole e di conseguenza adoro la Nutella. Non vi nascondo,  però, che quando la vedo tra gli scaffali del supermercato alzo il passo per evitare di comprarla… i sensi di colpa  mi divorano!  (Peggio, poi, se anche voi come me la mangiate a cucchiaiate). Un pomeriggio avevo una gran voglia di Nutella e avendo in dispensa sia del cioccolato che delle nocciole non mi son perso d’animo e l’ho preparata io! Provate a seguire la ricetta della Nutella home-made e fatemi sapere se riuscita a resistere 🙂

In un mixer tritate  160 g. di nocciole con  160 g. di zucchero e frullate  fino a quando non si saranno ridotte quasi in polvere. Sciogliete a bagnomaria 200 g. di cioccolato fondente e quando si sarà sciolto del tutto aggiungete 160 g. di latte intero e  100  g. di burro (amalgamate il tutto sempre a bagnomaria). Adesso unite il composto ottenuto alle nocciole e lo zucchero tritato ed ecco pronta la vostra nutella fatta in casa! Una volta fredda trasferitela in un barattolo e conservatela in frigo per una notte. Premetto che a me la Nutella piace in tutti i modi, ma io preferisco consumarla su una bella fetta di pane ancora caldo! 🙂

ECCO COME REALIZZARE IL PELUCHE DI TOTORO.


Totoro

Per tutti gli amanti dei film di animazione dello Studio Ghibli, ecco come creare un piccolo Totorohome-made. Io lo trovo davvero molto interessante, spero sia anche semplice da realizzare! 🙂

Segui il tutorial su:  http://cheekandstitch.com/diy-totoro-plush-tutorial/

Visita  la pagina ufficiale facebook dello Studio Ghibli Italiahttps://www.facebook.com/studioghibli.italia?fref=ts

HERE’S HOW TO MAKE THE PLUSH OF TOTORO

(This recipe is translated automatically. Apologize for any errors.)

For all lovers of animation films of Studio Ghibli, here’s how to create  “Totoro” home-made.
I find it very interesting, I hope it is also easy to make!

Follow the tutorial here: http://cheekandstitch.com/diy-totoro-plush-tutorial/

Visit the official facebook page of Studio Ghibli Italy: https://www.facebook.com/studioghibli.italia?fref=ts

RICETTE POVERE: PANINI FATTI IN CASA


pic-sulle-spiagge.

Buongiorno amici di blog, è quasi l’ora di pranzo e allora condivido con voi un’ottima ricetta per realizzare i panini fatti in casa. Prepararli è molto semplice, resistervi un po’ meno 🙂 In una ciotola mescolate 1 kg  di farina, un cucchiaio di sale, uno di zucchero,  2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva e 2 bicchieri e mezzo di  acqua.  Adesso aggiungete 1 lievito di birra sciolto in acqua tiepida e lasciate lievitare il tutto per circa 2 ore (sull’impasto disegnate una croce con il coltello) Con l’impasto lievitato formate circa 15 panini e lasciate lievitare ancora per un’ora. Riscaldate il forno a 200° e cuocete per 20 minuti circa, finchè saranno dorati. Volendo nell’impasto potete aggiungervi le olive, le noci o qualsiasi ingrediente a proprio  piacimento. Per rendere i paninetti dorati in superficie,  potete spennellarli con dell’albume e poca acqua. Che ve ne pare? Sono ottimi, ve lo assicuro! Perchè non approfittare di questa belle giornate di sole per una gita in campagna a base di panini? 🙂  -GAE-

La mia ricetta dei Taralli sul blog di Chiara Maci :)


ricetta-taralli

Buongiorno ragazzi, la mia ricetta dei Taralli Pugliesi è finita sul sito di Chiara Maci 🙂 Sono proprio contento! Leggete e preparateli anche voi, sono ottimi! Parola di pugliese 🙂

http://www.sorelleinpentola.com/2013/12/oggi-cucina-gaetano.html

 

Ricetta Yogurt fatto in casa.


Questa mattina ho fatto colazione con 3 fette biscottate ai cereali con un velo di marmellata all’albicocca e con un vasetto yogurt fatto in casa  da me. Condivido con voi la ricetta dello yogurt home made  essendo molto gustoso e semplice da preparare.  Portate ad ebollizione  1 l. di latte intero e lasciate che si raffreddi. Raggiunti i 30° di temperatura, utilizzando un colino, versate il latte in una bacinella. A questo punto aggiungete un vasetto da 125 ml. di yogurt bianco e mescolate per qualche minuto. Versate il contenuto nei vasetti e lasciateli riposare per circa 6 ore avvolti in una coperta in pile. Lo yogurt greco fatto in casa è già pronto. Riponete i vasetti nel frigo e domani mattina potete fare già colazione con il vostro yogurt.

yogurt

Ps: se non avete un termometro da cucina, dopo circa 30 minuti dall’ ebollizione, immergete un dito nel latte per 3 secondi e se non vi scottate vuol dire che la temperatura per aggiungervi lo yogurt nel vasetto  è stata raggiunta.

Ricetta dei Sofficini fatti in casa.


soffi

Questa sera ho ospiti a casa e ho pensato di preparare una ricetta provata qualche mese  fa: i sofficini. Ovviamente non quelli comprati dal supermercato, ma fatti in casa, con le mie mani 🙂 Ecco come si preparano: scaldate 500 ml di latte con 50 g. di burro, spegnete la fiamma  quando il latte sta per bollire e aggiungete 200 g. di farina; mescolate e riponete l’impasto in una ciotola coperta da un panno fin quando si sarà completamente raffreddato. Stendete l’impasto e con una grande tazza da latte ricavate dei cerchi  spalmando  su di un lato  un cucchiaio raso  di besciamella e qualche cubetto di prosciutto cotto. Date la forma di un panzerotto/calzone  e chiudete bene i bordi. Passate il sofficino nell’uovo e poi nel pangrattato. Disponete i sofficini sulla carta forno, conditeli con un filo di olio extravergine di oliva e cuocete in forno ventilato (preriscaldato)  a 200° per 15 minuti. Saranno pronti quando saranno del color dell’oro. Che ne dite? Ovviamente potete decidere di condirli come credete, in base ai propri gusti 🙂

Ecco come realizzare il peluche di Totoro.


Per tutti gli amanti dei film di animazione dello Studio Ghibli, ecco come creare un piccolo Totoro home-made.

Totoro

Io lo trovo davvero molto interessante, spero sia anche semplice da realizzare!

Segui il tutorial su:  http://cheekandstitch.com/diy-totoro-plush-tutorial/

Visita  la pagina ufficiale facebook dello Studio Ghibli Italiahttps://www.facebook.com/studioghibli.italia?fref=ts