RICETTA DOLCI: LA TORTA CON LE PALLE.



ricetta-torta

Cari amici, voglio condividere una  gustosissima ricetta letta sul blog di Chiara Maci e da me ribattezzata: la torta con le palle! 🙂  Prepararla è molto semplice: in una ciotola versate 175 grammi di zucchero, 2 uova, 160 g. di burro ammorbidito, 350 g. di farina e,  infine, una bustina di vanillina e una di lievito. Con l’impasto così ottenuto formate tante piccole palline e disponetene una metà in un tegame con carta da forno.

Adesso dovete preparare la crema di ricotta per farcirla: mescolate 300 g. di ricotta con 150 g. di zucchero e   100 g. di cioccolato fondente a pezzetti (io ho aggiunto anche una spolverata di cacao amaro in polvere) . Versate la crema di ricotta sulle palline precedentemente posizionate e ricoprite il tutto con il resto dell’impasto (sempre a palline).

Infornate a 180° per 45 minuti. Quando la torta sarà tiepida ricoprite con zucchero a velo o cacao in polvere. Credetemi la torta è veramente molto buona e l’effetto è fantastico! 🙂 Gae

CIAMBELLA AL LATTE PROFUMATISSIMA.


CIAMBELLA AL LATTE PROFUMATISSIMA.

Ciao a tutti! Questo week-end sono stata a Foggia a trovare una mia cara amica che mi ha passato una ricettina davvero gustosa. Una ciambella semplicissima e buonissima, adatta alla colazione oppure per una merenda, se optate per la versione “bomba” con la colata di cioccolato. La mia amica, ovviamente, mi ha fatto trovare questa ciambella al latte nella versione bomba con colata al cioccolato fondente. Il giorno dopo insieme, abbiamo fatto una nuova versione bomba con ricopertura di cioccolato bianco, zuccherini e sfoglie di mandorle tostate! Vi passo la ricetta base dalla quale poi potete sbizzarrirvi a vostro gusto!
Sbattete 2 uova con 200gr di zucchero ed un pizzico di sale, aggiungete 300gr di farina, 150gr di olio di semi di mais, 200ml di latte, una bustina di vanillina, scorza di limone grattugiato e una bustina di lievito. Infornate a forno statico 160° preriscaldato per circa 20-30 minuti. L’impasto è adatto per una teglia di 24-26 cm di diametro. Ora che la vostra ciambella è pronta viene il bello! Bucherellate la superficie del dolce ancora caldo e versateci sopra il cioccolato sciolto a bagnomaria, circa 250gr, insieme a circa 200ml di panna. Completate l’opera con mandorle sfilettate, zuccherini o quello che più vi piace, anche pistacchi o pezzetti di amaretti! Una super bontà da mangiare sia appena sfornata quando ancora il cioccolato è liquido che fredda quando il cioccolato è diventato tipo budino. 🙂 L’impasto è morbidissimo e molto profumato. Provate e fatemi sapere!

Lolla

CIAMBELLA GIORNO E NOTTE.


Immagine

Ciao a tutti. Ecco la ciambella che ho fatto ieri per fare colazione questa settimana ma che è durata da “Natale a Santo Stefano”.  Quelle che vi posto sono le prime e ultime foto di una ciambella così buona che morì giovanissima. 🙂

Immagine

Ingredienti:

5 uova

370 gr. farina

350 gr. zucchero

250 gr. burro

1 bustina lievito pan degli angeli

cacao amaro

marmellata di frutti di bosco

Procedimento:

Sbattete le uova con lo zucchero fino a formare un composto spumoso. Aggiungete la farina , il burro fuso, in ultimo il lievito. Prendete uno stampo da 24cm, imburratelo, infarinatelo e versateci metà dell’impasto. Mettete nel rimanente impasto il cacao amaro a piacere e unite al composto bianco. Prendete una forchetta e create delle striature.  Aggiungete cucchiaiate di marmellata e infornate a 180° forno ventilato per 30-45minuti. Sfornate e ricoprite se vi va di zucchero a velo. 

Lolla

TORTA ALL’ARANCIA.


Immagine

Questa torta è molto semplice e veloce da realizzare, una salvezza per chi non ha mai tempo da dedicare ai fornelli ma non vuole rinunciare a qualche peccato di gola.  Con pochi ingredienti genuini si realizza un dolce soffice e gustoso dal retrogusto fresco e profumato d’arancia. Senza lievito è un dolce perfetto a colazione, a merenda o per concludere un pasto.

Ingredienti

300gr farina

3uova

250gr. zucchero

mezzo bicchiere di latte

75gr olio di semi

buccia grattugiata di 2 arance

succo di 2 arance

zucchero a velo

Procedimento

Per prima cosa lavate le arance e grattugiate la buccia, tagliatele a metà e spremetele fino a ricavarne tutto il succo. Separate  i tuorli dagli albumi e unite ai tuorli lo zucchero amalgamando con una frusta elettrica fino a creare un composto spumoso. Aggiungete l’olio e continuando a mescolare con le fruste unite il latte e poi la farina setacciata. Prendete il succo delle due arance facendo attenzione ad eliminare i semi e unitelo al composto, infine aggiungete la scorza grattugiata. Montate a neve gli albumi e versateli nell’impasto incorporandoli con dei movimenti dal basso verso l’alto per non smontarli. Intanto accendete il forno a 170° ventilato per preriscaldarlo, prendete una teglia da 26cm imburratela, infarinatela e versateci l’impasto della vostra torta. Infornate per circa 30 minuti e quando si sarà raffreddata spolverate con dello zucchero a velo.

Lolla

Ricetta del Kinder fette al latte, ecco la versione light!


kinder

Avete presente quando dopo pranzo o dopo cena sembra che vi manchi qualcosa? Che siete soddisfatti ma c’è quel quid che manca? Benissimo, è la sensazione che quasi sempre provo io dopo i pasti, solo che nella maggior parte dei casi conosco la risposta: è il dolce!! Se fossi stato un concorrente  di  uno di quei  quiz del buon Mike Bongiorno, avrei gridato così forte la risposta che la produzione mi avrebbe cacciato! 🙂  Visto che dolce è uguale grasso e quindi senso di colpa e palestra per smaltire, vi propongo una ricetta veramente light, buona e facile da preparare: il “kinder fette al latte”. Non dovete correre al supermercato, ma in cucina, aprite il frigo, procuratevi 3 uova, 50g di maizena, 20g di yogurt bianco 0,1%, dolcificante (secondo i propri gusti) , 25g di cacao amaro, 200g di yogurt Greco 0% e due fogli di colla di pesce.

La preparazione della crema è molto semplice: innanzitutto fate ammorbidire la  colla di pesce in acqua fredda per dieci minuti, strizzatela e scioglietela  in un pentolino con un cucchiaio di acqua. Mentre aspettate che si raffreddi ammorbidite lo yogurt greco, aggiungetevi circa 2 cucchiaini di dolcificante e se preferite qualche goccia di un aroma a piacere (io ho messo un po’ di aroma di limone). Mischiate il tutto e mettete in frigo per circa 1 ora e 30.

Per il biscotto, invece, montate 3 tuorli con il dolcificante, aggiungete 25 g di cacao, il dolcificante e 50g di maizena (filtrate bene cacao e maizena per evitare la formazione di grumi). Aggiungete 20g di yogurt bianco e incorporate pian piano gli albumi precedentemente montati. Mescolate dal basso verso l’alto. Infornate in forno a 200° per 10 minuti.

Appena la base è raffreddata tagliatela a fette o a quadratini,  disponete la crema (ricordate che deve stare 1 ora e 30 in frigo) su di un lato e copritelo con l’altro. Adesso con il pollice e l’indice afferrate il dolce e avvicinate alla bocca e  masticate, masticate e masticate 🙂 Mi raccomando, fatemi sapere!!

 

 

 

PECCATO DI GOLA.


ImmagineHo fatto una grande scoperta che voglio condividere con voi! Se andate a Foggia, ma credo che dopo quello che vi dirò ci andrete, passate in via Mandara 103, dalla pasticceria Moffa ed ordinate la torta “Peccato di Gola“. Scoprirete che Cristo non si è fermato ad Eboli, ma a Foggia, che il dolce più buono del mondo non è l’austriaca Sacher Torte, ma l’italiana Peccato di Gola! Forse, l’unica controindicazione è che può creare dipendenza, ma questa è un’altra storia. Questo dolce è citato in tutte le riviste che contano, è stato inventato dal pasticcere Pietro Moffa, che dopo varie esperienze e disfatte in Francia, rientra nella propria città, rileva una vecchia pasticceria ed inizia a creare delle vere e proprie opere d’arte dolci, fatte solo con le migliori materie prime. Il laboratorio e punto vendita, è un vero e proprio tempio, il nome Moffa è diventato un brand, e la produzione non si ferma alla pasticceria, c’è la sezione biscotti, praline e confetture, i cornetti hanno un profumo inebriante, le confezioni e le decorazioni sono raffinate e contemporanee. La torta Peccato di Gola, è quanto di più ingegnoso e goloso un pasticcere potesse inventare, un tripudio di crema, caramello e burro, due dischi di meringa mandorlata che racchiudono una crema fresca da un gusto deciso ma indescrivibile; esageratamente buona ed impossibile da riprodurre. Il momento in cui si assaggia Peccato di Gola, è un momento epico, ve lo ricorderete per tutta la vita!Ho ancora il sapore in bocca, tanto che vorrei provare a creare una ricetta simile, qualcuno di voi l’ha mai assaggiata o si è cimentato nella ricetta?? Fatemi sapere. Un saluto.

Lolla

Ricetta del salame di cioccolato bianco.


Immagine

Sono un cioccolato dipendente e che sia bianco, nero, extra-fondente, al latte o aromatizzato poco importa! Ricordo che quando ero piccolo, mentre gli altri bambini non vedevano l’ora di scartare le uova di pasqua per la sorpresa, io non vedevo l’ora di scartare le uova per il cioccolato 🙂 Infatti non mi importava nulla della sorpresa che spesso “barattavo” con i miei coetanei per un pezzo di cioccolato. Un caso grave credo! 🙂 Anche da grande diciamo che la passione è rimasta intatta, pertanto vi scrivo una ricetta per preparare un ottimo dolce: il salame di cioccolata bianco. Un’ottima variante a quello nero che in molti già conosciamo. Prepararlo è molto semplice: sbattete  2  uova con 100 grammi di  zucchero, unite  150 grammi di burro e amalgamateli fino ad ottenere una crema spumosa. Aggiungete al composto 100 grammi di cioccolato bianco sciolto precedentemente a bagnomaria. Spezzettate 200 grammi di biscotti secchi (io uso gli oro saiwa) e aggiungeteli alla crema. Versate il tutto su una carta d’alluminio dando la forma di un salame e conservate in freezer per qualche ora fin quando avrà preso la consistenza desiderata. Tagliatelo a fette e… buon appetito! _Gae_