Ecco come mantenersi in forma prima del Natale…


Il Natale quando arriva arriva ok, ma il vero problema non sono tanto i pranzi dei giorni festivi, ma le cene di lavoro, gli aperitivi con gli amici e i panettoni consumati già da 10 giorni prima del 24 🙂

Ecco allora un rimedio per mantenersi in forma ed evitare di iniziare il nuovo anno rotolando. Attenti però, che si può rotolare anche prima!! ahahahah.

LA CENA PSICOLOGICA, UN BUON RIMEDIO PER CHI E’ A DIETA (SOLO IL LUNEDI’).


Ecco un’ottima idea per chi come me ogni lunedì è a dieta: la cena psicologica! 🙂 Gae

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’.


amelie

Cari amici,  “Brownies: la ricetta della felicità” è un breve racconto che ho scritto qualche mese fa. Spero di aver trattato con la massima delicatezza un argomento molto complesso. Una carezza a tutti quelli che soffrono o hanno sofferto di BULIMIA. Spero il racconto vi piaccia. Gae.

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’  – Di: Gaetano Buquicchio

Ricetta: tagliate il cioccolato a pezzettini, sciogliete il burro a bagnomaria e unite il cioccolato tritato. Aggiungete il cacao in polvere e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa e chiara. Versate il composto di cioccolato e burro e mescolate ancora. Unite il lievito in polvere alla farina, un pizzico di sale e setacciate tutto insieme. Infine tritate grossolanamente le nocciole e unitele mescolando con la spatola: Infornare in forno caldo a 180° per 35 minuti.

Brownies

Quando preparo i dolci mi piace ascoltare la musica, il jazz per la precisione, mi piace liberare il tavolo da ogni inutile soprammobile e mettere al centro un vaso di fiori colorati. Raccolgo i miei lunghi capelli, sfilo i miei grandi anelli e indosso la mia maglia preferita, quella nera: lunga sui fianchi, morbida sul davanti, larga abbastanza da nascondere quello che c’era da nascondere.
Mi piace preparare i dolci quando sono da sola in casa. Ci sono solo io e la cioccolata tagliata a pezzettini, io e il burro sciolto a bagnomaria, io e le nocciole tritate, io e le uova montate con lo zucchero, io e un pizzico di sale, io e 5 grammi di lievito.

Io e i miei segreti.

Anche i brownies nascondo segreti. Come la cannella, l’ingrediente che nessuna ricetta prevede e che io invece infilo sempre all’ultimo momento. Dopo aver aspettato 35 minuti, i brownies escono dal forno odorosi e fragranti.

Dicono che la cioccolata aiuti a combattere lo stress e metta anche di buonumore.
Prendo il vassoio di porcellana, quello degli ospiti, dove dispongo con una precisione quasi maniacale i miei dolci prima della spolverata dello zucchero a velo. Metto il vassoio vicino ai fiori. Quei biscotti così neri mi ricordano le vacanze estive trascorse in montagna. Io così piccola e fragile per quella montagna così alta da scalare. Non volevo deludere nessuno, non volevo deludere i miei genitori, non volevo deludere i miei fratelli, non volevo deludere le mie aspettative, ma nonostante i miei sforzi rimanevo sempre indietro. Così mi sento quando preparo i dolci. I miei brownies sono pronti per essere gustati. Solo che io non aspetto nessuno.
Io e i miei brownies
Io e la montagna da scalare in estate
Io e i miei capelli raccolti
Io e le mie dita gialle
Io e i miei denti corrosi
Io e il mio mal di stomaco
Io e il mio mal di gola
Io abbracciata a  quella tazza di porcellana così fredda
Sei una merda. Sei una merda.
Sono-una-merda

 

UN CONSIGLIO POCO ACIDO :)


YOGURT-VITASNELLA

Buongiorno è l’ora dello spuntino ed io, per mantenermi leggero dopo l’abbondante cena di ieri sera, ho appena mangiato il nuovissimo Yogurt Vitasnella Zero Grassi.E’ buonissimooooooo 🙂 Qualcuno di voi l’ha provato? Gae

Ricetta del Kinder fette al latte, ecco la versione light!


kinder

Avete presente quando dopo pranzo o dopo cena sembra che vi manchi qualcosa? Che siete soddisfatti ma c’è quel quid che manca? Benissimo, è la sensazione che quasi sempre provo io dopo i pasti, solo che nella maggior parte dei casi conosco la risposta: è il dolce!! Se fossi stato un concorrente  di  uno di quei  quiz del buon Mike Bongiorno, avrei gridato così forte la risposta che la produzione mi avrebbe cacciato! 🙂  Visto che dolce è uguale grasso e quindi senso di colpa e palestra per smaltire, vi propongo una ricetta veramente light, buona e facile da preparare: il “kinder fette al latte”. Non dovete correre al supermercato, ma in cucina, aprite il frigo, procuratevi 3 uova, 50g di maizena, 20g di yogurt bianco 0,1%, dolcificante (secondo i propri gusti) , 25g di cacao amaro, 200g di yogurt Greco 0% e due fogli di colla di pesce.

La preparazione della crema è molto semplice: innanzitutto fate ammorbidire la  colla di pesce in acqua fredda per dieci minuti, strizzatela e scioglietela  in un pentolino con un cucchiaio di acqua. Mentre aspettate che si raffreddi ammorbidite lo yogurt greco, aggiungetevi circa 2 cucchiaini di dolcificante e se preferite qualche goccia di un aroma a piacere (io ho messo un po’ di aroma di limone). Mischiate il tutto e mettete in frigo per circa 1 ora e 30.

Per il biscotto, invece, montate 3 tuorli con il dolcificante, aggiungete 25 g di cacao, il dolcificante e 50g di maizena (filtrate bene cacao e maizena per evitare la formazione di grumi). Aggiungete 20g di yogurt bianco e incorporate pian piano gli albumi precedentemente montati. Mescolate dal basso verso l’alto. Infornate in forno a 200° per 10 minuti.

Appena la base è raffreddata tagliatela a fette o a quadratini,  disponete la crema (ricordate che deve stare 1 ora e 30 in frigo) su di un lato e copritelo con l’altro. Adesso con il pollice e l’indice afferrate il dolce e avvicinate alla bocca e  masticate, masticate e masticate 🙂 Mi raccomando, fatemi sapere!!

 

 

 

Dieta depurativa, quando ci vuole ci vuole!


Immagine

Dopo aver trascorso un week end all’insegna del relax e della buona cucina (poi racconterò nel prossimo articolo tutti i dettagli di questo fantastico fine settimana), oggi ho pensato di seguire una dieta depurativa. Ho iniziato la mattina con uno yogurt bianco 0,1%  e una tazza di tè verde e a metà mattinata una mela (io preferisco quelle verdi). Per pranzo mangerò una grande coppa di insalata con due scatolette di tonno (preferisco quello al naturale, poi aggiungo io un filo di olio extra vergine di oliva) e per il pomeriggio 2 fette di ananas. Per cena credo di mangiare del pesce al forno con dell’insalata. Credo vada bene come menù depurativo 🙂 Qualcuno crede in queste diete “di un giorno”? Si accettano menù, il meno “tristi” possibili aggiungo!!:) _Gae_

Ricetta light per cena: parmigiana di melanzane al forno


Immagine

E’ inutile dire che la Parmigiana originale è quella con le melanzane fritte, non potrei mai dimenticarlo visto che è il mio piatto preferito, ma questa settimana ho deciso di bandire i fritti 😦 E allora ho pensato per questa sera di preparare la parmigiana di melanzane al forno, certo il sapore è del tutto differente, ma io l’apprezzo lo stesso. La ricetta è semplice e non credo sia molto “grassa”. Per prima cosa lavate e tagliate a fette 3 melanzane che passerete in una terrina dove avete precedentemente  lavorato 3 uova con il sale. Dopo questa operazione, impanate le fette di melanzane e infornatele. Nel frattempo versate due cucchiai di salsa in una teglia da forno dove disporrete (senza lasciare nessuno spazio) le melanzane precedentemente cotte. Condite le melanzane (tra uno strato e l’altro) con formaggio grattugiato, pecorino, mozzarella e salsa. Sull’ultimo strato non aggiungete la mozzarella. Infornate a 160° per 15 minuti e mettetela fuori dal forno appena si è formata la crosta. Solo a scrivere la ricetta mi è venuta l’acquolina in bocca 🙂 Vado a preparare la cena! _Gae_