Ricette etniche: la Francesinha portoghese


francesinha

Buongiorno a tutti amici di blog.  L’ora di pranzo si avvicina e i morsi della fame li sento già da un po’; cosa state preparando di buono? Questo week-end sono stato inPortogallo, a Porto per la precisione e, tra le tante delizie a base di pesce mangiate, ho assaggiato laFrancesinha, un piatto tipico portoghese a base di carne e formaggio. Riconosco che possa non piacere a tutti per il suo sapore molto deciso…

Ho cercato in internet  la ricetta per chi volesse provarla, io la consiglio 🙂

Francesinha: ecco la ricetta.  Disponete su  un piatto piano una fetta di pane in cassetta sulla  quale aggiungerete una fettina di carne di manzo già cotta, una fetta di prosciutto cotto, un wurstel tagliato in due, dei pezzettini di formaggio a proprio piacimento e qualche pezzetto di salame piccante. Chiudete il tutto con un’altra fetta di pane e ricoprite  con abbondante formaggio fresco;  condite, infine, con una particolare salsa a base di porto.

francesinha-1

Per preparare la salsa occorre mescolare un pugno di farina di grano con mezzo bicchiere di latte, 100 g. di margarina, 150 g. di polpa di pomodoro, brodo di carne q.b. e un bicchiere di porto. Frullate tutti gli ingredienti e cuocete mescolando lentamente fino ad ebollizione. La Francesinha è quasi pronta, lasciatela scaldare per qualche minuto in forno, fino a quando il formaggio si sarà fuso.

porto

A Porto la Francesinha viene servita con patatine fritte e un uovo fritto in cima a tutto, ma secondo me è veramente troppo!! 🙂 Come potete vedere nella foto, il mio piatto tipico portoghese è nella versione ai funghi.

Che ne dite? E’ una “bomba” vero? 🙂 Però vi assicuro che ne vale la pena prepararla almeno una volta  😉 Gae.

Pubblicità

Roma Fringe Festival 2014


roma-fringe-festival-2014-jpg

Roma Fringe Festival – Villa Mercede, Roma. Buongiorno ragazzi, ecco un evento che consiglio a chi si trova a Roma o prevede di passarci entro il 13  Luglio. A Villa Mercede nel quartiere di San Lorenzo a Roma c’è il Roma Fringe Festival, un evento dedicato al teatro indipendente:  80 spettacoli in un mese, 9 a serata per accontentare tutte le esigenze degli amanti del teatro. Oltre al teatro, la bellissima location di Villa Mercede – via Tiburtina 113 – offre ai tanti visitatori stand dedicati ai mercatini vintage e all’ eno-gastronomia: birra artigianale, prodotti bio e regionali da consumare tra le suggestive stradine alberate del parco. L’ingresso a Villa Mercede è gratuito, il prezzo di ogni spettacolo è di 5 euro. Vi consiglio di consultare il programma del Roma Fringe Festival per scegliere lo spettacolo che fa per te!  Per fortuna Villa Mercede è a due passi da casa, ci vado quasi ogni sera, ne vale la pena! 🙂 Gae

RICETTE DOLCI: TORTA DI RICOTTA IN 10 MINUTI.



torta-di-ricotta

Ciao a tutti amici e buon martedì! Visto che il fine settimana è ancora lontano, ho deciso di addolcire la mia giornata con questa torta di ricotta,  semplice da preparare e…velocissima da terminare! 🙂 E’ pronta  in soli 10 minuti, non perdete tempo quindi, le papille gustative ringrazieranno 🙂

Ricetta “Torta di ricotta” : in una capiente coppa versate 1 kg di ricotta fresca, 8 uova, 400 g. di zucchero e mezzo bicchiere di limoncello (o scorzetta di limone grattugiata)  e mescolate il tutto con lo sbattitore. Imburrate una teglia da forno, versate il composto e mettete in forno per circa 40 minuti a 180°. Io ho optato per la versione al cioccolato semplicemente aggiungendo alla ricotta qualche scaglia di cioccolata fondente. Appena la torta di ricotta si è raffreddata aggiungete del cacao in polvere. Gae.

This message is translated automatically. Sorry for any errors.

Recipe “Cheesecake” in a large cup mix 1 kg of ricotta cheese, 8 eggs, 400 g. of sugar and half a glass of Limoncello (or lemon zest) and mix well with the mixer. Grease a baking dish with butter, and bake it for 40 minutes at 180 degrees. I opted for the chocolate version (adding a few pieces of dark chocolate a few flakes).

What do you think? It ‘very easy to prepare?

NUTELLA FINGERS BISCUITS, SONO AL SETTIMO CIELO!


nutella-fingers-biscuits

Ragazzi vi rendete conto? Spero solo sia una bufala 🙂 Hanno inventato i Nutella Fingers Biscuits, dei biscottini da mettere tipo “ditale per cucire”  sull’indice, che puoi  immergere direttamente nel barattolo della nutella e  mangiarlo senza nemmeno sporcarti le dita!! Se esiste veramente, lo voglio SUBITO! 🙂 Gae

RICETTA “TABBOULEH DELLA FELICITA'”: OGGI CUCINA SERGIO.



tab

Cari amici, oggi ho deciso di postare una gustosissima ricetta che prepara molto bene il mio caro amico Sergio: il Tabbouleh della Felicità. Vi assicuro che è molto buono ed è anche semplice da preparare. Seguite tutti i consigli di Sergio per preparare un Tabbouleh ad arte 🙂 Gae.

AI FORNELLI CON SERGIO.

Preparare il Tabbouleh e’ molto semplice. Per far felici 4 persone e gustare una cena fresca ed estiva occorrono: 300 gr di bulgur o di cous cous precotto, 4 limoni, 250 g.  di pomodorini ciliegini, 2 peperoni e mezzo, mezza cipolla  bianca, cipolline saporite, 1 cetriolo, 1 ciuffetto di prezzemolo, 20 foglioline di menta (meglio se selvatica), e olio extra vergine d’oliva 7-8 cucchiai. Ah dimenticavo,  l’immancabile sale quanto basta!!!! 🙂 Mi raccomando non fate come la mia compagna che voleva  mettere  il mais in scatola..roba da matti!!! 🙂

Passiamo alla preparazione: poniamo il bulgur o il cous cous in una ciotola capiente e irroriamolo con il succo di tutti i limoni precedentemente spremuti. amalgamiamo bene in modo tale che tutto il bulgur sia inumidito di succo.  Versate un po’ d’acqua fredda facendo attenzione che non superi di tanto il livello del bulgur.  Dopodiche’ si lascia riposare per circa 30 minuti in modo da far assorbire l’acqua. Nel frattempo si lavano e si  tagliano i pomodorini e i peperoni a pezzettini (facendo attenzione di ripulire i peperoni dai semini bianchi interni). Tagliamo la cipolla e il cetriolo (facendo sempre attenzione di ripulirlo dai semini interni) in pezzi anch’essi molto piccoli. Tritiamo il prezzemolo e la menta e sciacquiamo le cipolline appena aperte dal vasetto e lasciamole sgocciolare  in un colino. Con una forchetta mescolate e sgranate il bulgur, aggiungiamo le verdure e mescoliamo bene in modo tale che  siano ben distribuite. Uniamo il prezzemolo, la menta, e l’olio extra vergine d’oliva. saliamo e mescoliamo per l’ultima volta. Infine copriamo la ciotola con un coperchio o con la pellicola trasparente e lasciamo riposare per circa 3 ore in frigo. Un consiglio:  accompagnate il tabbouleh con del buon vino bianco freddo!!!

Voi vi chiederete:  e la felicita’? Quella ce la mettiamo noi stando insieme e gustandoci la cena!!!

RICETTA DOLCI: LA TORTA CON LE PALLE.



ricetta-torta

Cari amici, voglio condividere una  gustosissima ricetta letta sul blog di Chiara Maci e da me ribattezzata: la torta con le palle! 🙂  Prepararla è molto semplice: in una ciotola versate 175 grammi di zucchero, 2 uova, 160 g. di burro ammorbidito, 350 g. di farina e,  infine, una bustina di vanillina e una di lievito. Con l’impasto così ottenuto formate tante piccole palline e disponetene una metà in un tegame con carta da forno.

Adesso dovete preparare la crema di ricotta per farcirla: mescolate 300 g. di ricotta con 150 g. di zucchero e   100 g. di cioccolato fondente a pezzetti (io ho aggiunto anche una spolverata di cacao amaro in polvere) . Versate la crema di ricotta sulle palline precedentemente posizionate e ricoprite il tutto con il resto dell’impasto (sempre a palline).

Infornate a 180° per 45 minuti. Quando la torta sarà tiepida ricoprite con zucchero a velo o cacao in polvere. Credetemi la torta è veramente molto buona e l’effetto è fantastico! 🙂 Gae

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’.


amelie

Cari amici,  “Brownies: la ricetta della felicità” è un breve racconto che ho scritto qualche mese fa. Spero di aver trattato con la massima delicatezza un argomento molto complesso. Una carezza a tutti quelli che soffrono o hanno sofferto di BULIMIA. Spero il racconto vi piaccia. Gae.

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’  – Di: Gaetano Buquicchio

Ricetta: tagliate il cioccolato a pezzettini, sciogliete il burro a bagnomaria e unite il cioccolato tritato. Aggiungete il cacao in polvere e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa e chiara. Versate il composto di cioccolato e burro e mescolate ancora. Unite il lievito in polvere alla farina, un pizzico di sale e setacciate tutto insieme. Infine tritate grossolanamente le nocciole e unitele mescolando con la spatola: Infornare in forno caldo a 180° per 35 minuti.

Brownies

Quando preparo i dolci mi piace ascoltare la musica, il jazz per la precisione, mi piace liberare il tavolo da ogni inutile soprammobile e mettere al centro un vaso di fiori colorati. Raccolgo i miei lunghi capelli, sfilo i miei grandi anelli e indosso la mia maglia preferita, quella nera: lunga sui fianchi, morbida sul davanti, larga abbastanza da nascondere quello che c’era da nascondere.
Mi piace preparare i dolci quando sono da sola in casa. Ci sono solo io e la cioccolata tagliata a pezzettini, io e il burro sciolto a bagnomaria, io e le nocciole tritate, io e le uova montate con lo zucchero, io e un pizzico di sale, io e 5 grammi di lievito.

Io e i miei segreti.

Anche i brownies nascondo segreti. Come la cannella, l’ingrediente che nessuna ricetta prevede e che io invece infilo sempre all’ultimo momento. Dopo aver aspettato 35 minuti, i brownies escono dal forno odorosi e fragranti.

Dicono che la cioccolata aiuti a combattere lo stress e metta anche di buonumore.
Prendo il vassoio di porcellana, quello degli ospiti, dove dispongo con una precisione quasi maniacale i miei dolci prima della spolverata dello zucchero a velo. Metto il vassoio vicino ai fiori. Quei biscotti così neri mi ricordano le vacanze estive trascorse in montagna. Io così piccola e fragile per quella montagna così alta da scalare. Non volevo deludere nessuno, non volevo deludere i miei genitori, non volevo deludere i miei fratelli, non volevo deludere le mie aspettative, ma nonostante i miei sforzi rimanevo sempre indietro. Così mi sento quando preparo i dolci. I miei brownies sono pronti per essere gustati. Solo che io non aspetto nessuno.
Io e i miei brownies
Io e la montagna da scalare in estate
Io e i miei capelli raccolti
Io e le mie dita gialle
Io e i miei denti corrosi
Io e il mio mal di stomaco
Io e il mio mal di gola
Io abbracciata a  quella tazza di porcellana così fredda
Sei una merda. Sei una merda.
Sono-una-merda

 

RICETTA LIGHT MOUSSE AL LIMONE.


LIMONI

Rinunciare ai dolci per me è un gran sacrificio, ma l’importante nella vita è trovare sempre un escamotage! 🙂 E allora ecco la ricetta della mousse light al limone . Per preparare la mousse ho utilizzato dei limoni comprati ad Ischia. Come si vede nella foto sono enormi e vi assicuro che sono anche succosi e saporitissimi. Bellissimi da guardare e da gustare, proprio come i panorami che offre l’isola, i suoi paesaggi sembrano tante cartoline da custodire con gelosia. 

RICETTA: per prima cosa grattate la scorza di 3 limoni e premete il loro succo.  In una pentola sbattete 6 tuorli con 150 grammi di zucchero e uniteli al succo dei limoni, alla  scorza grattugiata e  a 4 cucchiai di acqua. Cuocete a bagnomaria per 5 minuti. Aggiungete 1 cucchiaio di maizena e cuocete per altri 5 minuti mescolando di continuo. Mentre il composto si raffredda, montate a neve gli albumi. Aggiungete la crema di limone al bianco montato e mescolateli delicatamente, dal basso verso l’alto. Versate la mousse nelle coppette e riponetele in freezer per almeno 1 ora. A me piace molto questa mousse, fatemi sapere se la provate o se avete altre gustose varianti! Gae.

Nb: la seguente foto di Ischia l’ho “presa” da  Google Immagini.

Isola di Ischia

Ischia

 

NON CONVENTIONAL FOOD: POLLO AL LIMONE NON FRITTO.



limoni111

Mi piace molto sperimentare la cucina degli altri Paesi, sono uno di quelli che quando è all’estero va alla ricerca del ristorantino che prepara piatti tipici del posto. I rischi di sbagliare  sono alti, ma sono del parere che se non rischi non  rosichi. Apprezzo molto la cucina giapponesecinese e anche africana, mentre non sopporto i fast food, per me il cibo va assaporato e consumato con lentezza. Quando vedo molti ragazzini impazzire per quei panini del McDonald’s o di altre catene, penso sempre al salumiere sotto casa e ai suoi panini freschi da farcire con salumi e formaggi tipici…non sanno cosa si perdono! 🙂 Stasera preparerò per cena il Pollo al limone, prendendo spunto dalla cucina cinese, ma io non lo friggo, meglio mantenersi leggeri.

RICETTA: Innanzitutto procuratevi 500 grammi di pollo, tagliatelo a striscioline e disponetelo in una ciotola. Aggiungete 2 cucchiai di farina e sale ovviamente…quanto basta🙂 Mettete il pollo infarinato in una padella e girate velocemente fin quando non avrà  perso il suo colore rosa. Aggiungete un po’ d’acqua per evitare che si attacchi (questa è la variante senza olio). Versate, infine, ilsucco di due grandi limoni e girate per circa 10 minuti. Ed ecco pronto un leggerissimo e gustosissimo pollo al limone. A me piace molto, se lo provate fatemelo sapere 😉 _Gae_

NON CONVENTIONAL FOOD: LEMON CHICKEN

(This message is translated automatically. Apologize for any errors )

I like to eat the cuisine of other countries. I appreciate the Japanese, Chinese and African food, but I don’t  like fast food, for me, the food should be eaten slowly 🙂  Tonight I will prepare the Lemon Chicken, inspired by Chinese cuisine, but I don’t  fry it.

RECIPE: Cut into strips 500 grams of chicken and put it in a bowl. Add 2 tablespoons of flour and salt to taste.  Put the floured chicken in a pan and quickly turn until it has lost its pink color. Add some ‘water to prevent sticking (this is the version without oil). Now pour the juice of two large lemons and stir for about 10 minutes. here is a very light and tasty lemon chicken. I like it a lot, if you try it let me know.

INVOLTINI DI SPECK E PRUGNE. CHE BONTA’!


involtini-speck-e-prugne

Buongiorno a tutti e buon martedì! Manca pochissimo al pranzo (per fortuna) e per questo vi propongo una ricetta molto gustosa da realizzare in pochi minuti: involtini di speck e prugne. Questi involtini sono perfetti come antipasto, ma spesso e volentieri per me sono un’ottima alternativa al pranzo o alla cena. Accompagnateli con qualche fetta di pane casereccio ancora caldo. Slurp che bontà! Ringrazio Lolla per avermeli fatti scoprire 😀

Preparazione: avvolgete ad una prugna secca una fetta di speck e fissatela con uno stuzzicadenti. Vi consiglio di tenere a bagno le prugne in modo da farle ammorbidire un po’. In realtà quando vado di fretta io salto questo passaggio e il risultato è garantito lo stesso 🙂 Prima di servire riscaldarle per qualche minuto in forno. Semplicissime vero? Buon appetito! Gae

ROLLS OF BACON AND PRUNES

This message is translated automatically. Sorry for any errors.

Good morning everyone and happy Tuesday! Today I propose a recipe very tasty and easy to prepare: rolls of bacon and prunes.
Preparation: roll up a slice of bacon to a prune and secure with a toothpick. You can soften the prunes leaving them in a glass of water.

Before serving, cook the plums in the oven for a few minutes.   Bon appetit! Gae

COME PREPARARE IL CAFFÈ TURCO SENZA ANDARE IN TURCHIA.



caffè-turco
Se fossi nato donna e se fossi incinta, sicuramente il nascituro avrebbe una gran voglia di caffè lì da qualche parte del corpo. Non so perchè ma oggi ho un gran desiderio di caffè, forse è perchè ho troppa voglia di un letto…chissà! Navigando in internet ho letto la ricetta per preparare il caffè turco, io non l’ho ancora provata, però ho avuto modo di berlo e devo dire che mi è piaciuto! Condivido la ricetta e se qualcuno lo prova prima di me mi faccia  sapere…sempre se prima non mi  addormmmmmmmmmm…zzz…zzz…zzz

RICETTA: in un pentolino lungo e stretto  inserite due cucchiaini di caffè in polvere, uncucchiaino di zucchero e una tazzina d’acqua. Mescolate fino allo scioglimento dello zucchero. Mettete il pontolino sul gas e quando il caffè inizierà a bollire e la schiuma a salire, togliete la pentola dal fuoco e mettete con un cucchiaino la schiuma nella tazzina. A questo punto rimettete il pentolino sul fuoco e appena bolle nuovamente versate il caffè nella tazzina. Se vi piacciono le spezie  potete aggiungere un po’ di cannella o di cardamono. Prima di berlo, aspettate che la polvere di caffè si sia depositata sul fondo della tazzina. Gae

This recipe is translated automatically I apologize for any errors.
RECIPE: In a saucepan, long and narrow place two teaspoons of coffee, one of  sugar and one of water. Stir until the sugar dissolved. Put the pontolino on the gas and when the coffee starts to boil and the foam to rise, remove the pan from the heat and put the foam with a spoon in the cup. At this point, put it back on the stove and the pot boils again just pour the coffee into the cup. If you like spice, you can add a little ‘cinnamon or cardamom. Before drinking, wait until the coffee powder has settled on the bottom of the cup.

RICETTA PER IL WEEK-END: MAIONESE ALLA BIRRA. CIN CIN!



maionese-300x195

Oggi vi stupirò con una ricetta che leggendola vi farà storcere il naso ma gustandola, vi  farà innamorare: ricetta della maionese alla birra. Ecco come si prepara: montate 2 tuorli d’uovocon un pizzico di sale, versate a filo 250 ml di olio di semi continuando a mescolare con la frusta fin quando non sarà cremosa.Aggiungete, infine, il succo di mezzo limone e mescolate ancora un po’. Adesso in un pentolino versate 1 lattina di birra e lasciatela sobbollire a fuoco medio per 10 minuti. Quando si sarà raffreddata potrete mescolarla alla maionese. Provate a condire le patate o le verdure con questa salsina e poi fatemi sapere 🙂 A me piace così tanto che la mangio anche da sola! Gae

VELLUTATA LEGGERA PISELLI E PATATE.


PisellieSapete che i piselli oltre ad essere molto gustosi sono anche un ottimo alimento per una dieta corretta ed equilibrata? Per esempio una porzione di 150 g. di piselli apporta solo 120 calorie e un grande senso di sazietà. Ottimo vero? 🙂 E allora ecco una buonissima ricetta: vellutata di piselli e patate.

Preparazione:

Tritate finemente 1/2 cipolla  e fatela appassire in una pentola con un filo d’olio per poi  aggiungere  una patata tagliata a cubetti. Dopo circa 2 minuti aggiungete un mestolo di brodo e lasciate cuocere per 5 minuti. Adesso unite 250 g. di piselli, aggiungete il brodo (superate  i piselli di 1 cm) e lasciate cuocere con il coperchio per 20 minuti. A fine cottura salate e frullate il tutto. Prima di servire aggiungete un filo d’olio extra vergine di oliva e se volete un po’ di pepe. Semplice no?  Gae

PASTA SALSICCIA E MASCARPONE. GNAM!


 

pasta mascarpone e salsiccia

Ciao! Data l’ora ecco un’idea per un pranzo gustoso. 🙂 Soffriggete in una padella un po’ d’olio extravergine di oliva con una cipolla bianca tagliata a julienne. Aggiungete 200gr. di salsiccia fresca di maiale “sbriciolata” ovvero senza le budella. Fate rosolare sfumando conabbondante vino bianco o se preferite del cognac. Mettete dell’acqua in una pentola e quando bolle versateci la pasta, consiglio il formato “caserecce” o “paccheri” oppure se preferite la pasta fresca le “trofie”. Due minuti prima di scolare, aggiungete alla salsiccia 50gr. di mascarpone e fate sciogliere. Quando la pasta è cotta scolatela e versatela in padella aggiungendo altri 50 – 70 gr. di mascarpone amalgamando bene e versate nel piatto. Se volete fate una spolverata di parmigiano e buon appetito!

Lolla

ZUCCA ALLA CANNELLA, ECCO LA RICETTA.


Solo 30 minuti per preparare un piatto veramente delizioso: ricetta della zucca alla cannella. 

ricetta zucca alla cannella

Preparazione lasciate imbiondire mezza cipolla in 4 cucchiaini di olio, unite 1 kg di zucca tagliata a fette sottili e lasciate cuocere per circa 5 minuti. Adesso aggiungete 3 mestoli di brodo e lasciate cuocere per altri 25 minuti. Prima di spegnere  aggiungete una spolverata di cannella,  di pepe e di sale q.b.

Come servire:  ho preparato questa pietanza ieri sera per cena accompagnata da crostini con patè di  funghi porcini.

RICETTA SPAGHETTI ALLE NOCI.


Per chi non lo sapesse le noci  apportano molti benefici nutrizionali perchè ricche di Omega-3, calcio, magnesio, acido folico e antiossidanti. Per questo oggi posto una ricetta molto buona: spaghetti alle noci.

noci-salsa-ricette-trenette

 

Preparazione: ammorbidite in mezzo bicchiere di  latte 30 g.  di mollica di pane, strizzatela e mettetela in un mortaio insieme a circa 20 noci  spellate. Aggiungete mezzo spicchio di aglio30 g. di parmigiano grattugiato, due cucchiai di olio e il sale q.b. e pestate il tutto fino ad ottenere una crema. Aggiungete in ultimo 100 g. di panna e condite gli spaghetti per 4 persone.

Volendo potete mettere qualche noce intera (ma sgusciata :) ) per “abbellire” la pietanza! -GAE-

COME SEPARARE IL TUORLO DELL’UOVO DALL’ALBUME IN 1 SECONDO


Ecco un semplice trucchetto per separare il tuorlo d’uovo dall’albume. E’ una figata, ci avevate mai pensato ? :) GAE

FOCACCINE CALDE E GOLOSE!


FOCACCINE CALDE E GOLOSE!

Una delle mie passioni sono le focaccine! Buonissime calde appena scolate dall’olio bollente e buonissime fredde magari accompagnate con una fetta di salame. 🙂 Prepararle è semplicissimo, basta impastare mezzo chilo di farina “00” con dell’acqua tiepida e del sale q.b.Versare nell’impasto un cubetto di lievito di birra sciolto in un bicchiere con dell’acqua calda e un cucchiaino di zucchero e fare lievitare per un’ora circa. Se non avete tempo o voglia di aspettare la lievitazione potete tranquillamente utilizzare il lievito istantaneo. Una volta pronto l’impasto formate delle palline e schiacciatele a forma di disco, immergetele in abbondante olio caldo e lasciatele dorare da entrambi i lati. Scolatele bene, salatele e servitele calde! Una vera goduria. Se volete, potete imbottire le focaccine aggiungendo nell’impasto del prosciutto a cubetti, salame o olive, oppure potete fare un cuore filante di emmental mettendoci un pezzetto in ogni pagnottella prima di friggere. In questo modo sono davvero perfette per un piccolo aperitivo home made! 🙂

Lolla

Piccoli Croissant con scorciatoia


Ho trovato questa ricetta su TAìM, un bel blog! 🙂 Ecco come preparare i Crossant (con scorciatoia).

taìm!

P1020290

Ho imparato un bel po’ di cose da quando sono diventata mamma. Alcune non potevo prevederle… per esempio mettere tutto in proporzione. All’improvviso le priorità nella vita cambiano profondamente e dunque cose che sembravano importanti, sembrano un po’ meno. Tutto si ridimensiona, per ogni cosa esiste una prospettiva diversa.

P1020255

Un’altra cosa importante che ho imparato è trovare scorciatoie, proprio lì dove si può. Lì, dove dici: andrà abbastanza bene, non deve essere perfetto. Ed ecco che anche questa “ricetta” non è proprio una ricetta ma una scorciatoia.

Quella che fai quando ti avanza un ripieno dai biscotti precedenti (oppure semplicemente un barattolo di nutella che ti guarda) e una pasta sfoglia, comprata, già stesa a cerchio che ti aspetta in frigo.

Metti insieme 1+1 e diventa 3 perché è anche una attività per mia figlia!

P1020267

Tutti soddisfatti e orgogliosi (Lei del lavoro, io della scorciatoia) partiamo e andiamo al picnic…

View original post 82 altre parole

SUGO AL PANE: POCHI INGREDIENTI TANTA BONTÀ.


sugo-al-pane

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi di una nuova ricetta che stuzzicherà le vostre papille gustative.:) Si tratta si un sugo o meglio una salsa, che ho preparato due settimane fa insieme ad un mio amico: sugo al pane. Questa ricetta è semplicissima, non importa se siate bravi o meno in cucina il risultato sarà ottimo, diventerà il vostro cavallo di battaglia, il vostro asso nella manica quando vorrete stupire gli amici con le vostri doti culinarie. Occorrono come ingredienti base due o tre friselle pugliesi, meglio se a pasta friabile, olio extravergine d’oliva, un cucchiaio di parmigiano, cipolla bianca, acqua e sale quanto basta. Fate soffriggere la cipolla in una padella antiaderente con abbondante olio, aggiungete le friselle sbriciolate, fatele tostare 1 minuto e aggiungete abbondante acqua. Fate cuocere fino a quando le friselle non si “sciolgono”, aggiungete il parmigiano, acqua quanta ne occorre e salate. Dopo circa una ventina di minuti si sarà formata una salsina, potete aggiungere se vi va qualche spezia, tipo rosmarino oppure spezzettare dei pomodori secchi e unirli alla salsa. Io l’ho servita insieme a dei vermicelli al dente, poi io e Gianluca abbiamo deciso di fare una vera “porcata” ovvero spolverare sul piatto del pan grattato ripassato in padella con una noce di burro! Una bontà. :) Fatemi sapere se vi piace, se provate a farla e qual è il vostro tocco personale.  – LOLLA –