Ricetta dolci: torta al cioccolato fondente con caramello salato


ricette-dolci-luca

Torta al cioccolato fondente con caramello salato, ecco la ricetta. Circa 6 anni fa sono stato a Dublino per una vacanza studio, un’esperienza bellissima che mi ha dato la possibilità di conoscere tanta gente con la quale ancora oggi sono in contatto. Durante un’escursione alle bellissime scogliere di Moher ho conosciuto Luca Vaccaro,  un ragazzo molto simpatico, pieno di interessi  e amante della buona cucina. Tra le sue tante ricette, Luca ha deciso di condividere con tutti noi la ricetta della torta al cioccolato fondente con caramello salato. Siete curiosi di saper come si prepara? Allora non perdete tempo, Luca ci spiega in maniera molto dettagliata il procedimento…

Preparare la  torta al cioccolato fondente è molto semplice e i  risultati sono garantiti! Questa ricetta è adatta anche a chi non è molto abile tra i fornelli, infatti,  anche se si sbagliano i tempi di cottura  non è un problema perché  il procedimento è simile alla preparazione delle mousse al cioccolato francese.

Io la preparo così, ecco gli ingredienti che occorrono:

300g cioccolato fondente

100g zucchero

100 g burro

2 cucchiai rasi di farina

1 cucchiaio di cacao amaro in polvere

1 cucchiaio di rum

zucchero a velo e pizzico di sale

Procedimento:

Il procedimento è simile alla preparazione della mousse al cioccolato (30gr di burro, senza farina)

-sciogliere a bagnomaria il cioccolato. Unire il burro

-separare gli albumi dal tuorli e battere quest’ultimi con lo zucchero e rum, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso

-amalgamare la farina e il cacao setacciati

-incorporare poco alla volta il cioccolato fuso tiepido

-montare gli albumi a neve con pizzico di sale e unirlo all’impasto, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli

-imburrare e infarinare uno tampo rotondo di 20cm

-versare l’impasto

-cuocere in forno a 160, per 30 min

Il bello di questa torta è, appunto, che non ci si deve preoccupare troppo per la cottura. Se non si cuoce troppo è buona uguale, e l’effetto che si crea, quando la si assaggia è da brividi!

Per rifinirla si può spolverarla con zucchero a velo. Ulteriore suggerimento da effetto stravolgente, è spruzzarci sopra del caramello salato.

Beh che dire, non è fantastica? Caro Luca, grazie per aver condiviso questa ottima ricetta con tutti noi di Sale quanto basta, adesso attendiamo qualche altra ricetta, magari tipica della tua terra.

Idee per un fresco pranzo!


gelato

E’ già tutto pronto per il pranzo? Oggi il mio prevede un  tramezzino al bacio e tre Sanpietrini al pistacchio, al cioccolato e allo zabaione 🙂 I Sanpietrini sono una specialità della gelateria Giovanni Fassi a Roma, sono dei piccoli quadrati di cioccolato ripieni  di panna, di zabaione, di cocco, ecc. Ci sono moltissime varietà, una più buona dell’altra! Che ne pensate del Sanpietrino con glassa di pistacchio e cuore di panna? E’ una vera goduria! 🙂 Gae

BUON COMPLEANNO NUTELLA!


BUON COMPLEANNO NUTELLA!

Nutella, la crema alle nocciole più amata in assoluto, compie 50 anni! Per l’occasione questo fine settimana ci saranno due giorni di intensi e “nutellosi” festeggiamenti. Per chi fosse interessato, sabato ad Alba dove la storia della Nutella è iniziata, ci saranno spettacoli, musica dal vivo e tanta, tantissima Nutella, pensate che tutti i negozi rimarranno aperti e distribuiranno pane e Nutella a volontà! Domenica invece, Nutella festeggerà il suo compleanno contemporaneamente in 50 paesi del mondo, in Italia a Napoli, dove ci sarà Nutella per tutti ed un concerto gratis in Piazza del Plebiscito con ospiti come Mika, Arisa, Almamegretta e Giuliano Palma. Insomma, io c’ho l’acquolina in bocca e siccome per questo weekend non mi sono ancora organizzata, credo che domenica prenderò il primo treno per Napoli. Chi mi segue? 😉 #Nutella50bday

Per maggiori info: http://www.digitalunit.it/NutellaEvento/

Lolla

NUTELLA FINGERS BISCUITS, SONO AL SETTIMO CIELO!


nutella-fingers-biscuits

Ragazzi vi rendete conto? Spero solo sia una bufala 🙂 Hanno inventato i Nutella Fingers Biscuits, dei biscottini da mettere tipo “ditale per cucire”  sull’indice, che puoi  immergere direttamente nel barattolo della nutella e  mangiarlo senza nemmeno sporcarti le dita!! Se esiste veramente, lo voglio SUBITO! 🙂 Gae

TORTA RAFFAELLO. CIOCCOLATO BIANCO SIA!


TORTA RAFFAELLO. CIOCCOLATO BIANCO SIA!

Da poco ho scoperto di non poter mangiare il cacao, devo disintossicarmi per un po’ e quindi… via libera alla ricerca di dolci al cioccolato bianco! Ecco una vera delizia che non mi ha fatto venire nostalgia del cioccolato al latte: torta raffaello! Montate per dieci minuti 4 uova con 100gr di zucchero, aggiungete un po’ d’aroma di mandorle, 50ml di olio di semi, 300gr di farina setacciata, un bicchiere di latte e in ultimo il lievito vanigliato. Infornate a 160° per 35 minuti in una teglia da 24cm. Per la crema, montate 200ml di panna fresca con 3 cucchiai di zucchero. Unite 3 cucchiai di mascarpone (circa 200gr) e 100gr di cioccolato bianco fuso. Una volta pronta tagliate la torta a metà e farcite, fate la bagna con acqua e zucchero. Ricoprite con farina di cocco e mandorle! Una superbontà. 🙂

Lolla

IL DOLCE DELLA DOMENICA: TORTA CAROTE E PISTACCHI CON GLASSA AL CIOCCOLATO


PISTACCHI

Buongiorno amici di blog 🙂 Quale dolce state preparando in questa uggiosa domenica di Marzo? Io un’ottima torta di carote e pistacchi. E’ molto saporita ed è semplice da preparare. Ecco la ricetta:trita nel mixer 150 g. di pistacchi non salati,  150 g. di zucchero e la scorza di un limone. A parte trita  300 g. di carote, aggiungi 4 uova e un pizzico di sale. Adesso unisci i 2 composti aggiungendo 40 g. di farina e una bustina di lievito in polvere. Inforna per 45 minuti a 180°. Prima di servirla puoi ricoprire la torta con lo zucchero a velo o (come ho fatto io)  ricoprirla con la glassa al cioccolato: sciogli a bagnomaria 100 g. di cioccolato con 20 g. di burro e la scorza del limone. Che ne dite? Io non vedo l’ora che arrivi l’ora di pranzo… 🙂 GAE

TORTA CAROTE E PISTACCHI CON GLASSA AL CIOCCOLATO.


PISTACCHI

Buongiorno amici di blog 🙂 Quale dolce state preparando in questa prima domenica di Marzo? Io un’ottima torta di carote e pistacchi. E’ molto saporita ed è semplice da preparare. Ecco la ricetta: trita nel mixer 150 g. di pistacchi non salati,  150 g. di zucchero e la scorza di un limone. A parte trita  300 g. di carote, aggiungi 4 uova e un pizzico di sale. Adesso unisci i 2 composti aggiungendo 40 g. di farina e una bustina di lievito in polvere. Inforna per 45 minuti a 180°. Prima di servirla puoi ricoprire la torta con lo zucchero a velo o (come ho fatto io)  ricoprirla con la glassa al cioccolato: sciogli a bagnomaria 100 g. di cioccolato con 20 g. di burro e la scorza del limone. Che ne dite? Io non vedo l’ora che arrivi l’ora di pranzo… 🙂 GAE

CIAMBELLA AL LATTE PROFUMATISSIMA.


CIAMBELLA AL LATTE PROFUMATISSIMA.

Ciao a tutti! Questo week-end sono stata a Foggia a trovare una mia cara amica che mi ha passato una ricettina davvero gustosa. Una ciambella semplicissima e buonissima, adatta alla colazione oppure per una merenda, se optate per la versione “bomba” con la colata di cioccolato. La mia amica, ovviamente, mi ha fatto trovare questa ciambella al latte nella versione bomba con colata al cioccolato fondente. Il giorno dopo insieme, abbiamo fatto una nuova versione bomba con ricopertura di cioccolato bianco, zuccherini e sfoglie di mandorle tostate! Vi passo la ricetta base dalla quale poi potete sbizzarrirvi a vostro gusto!
Sbattete 2 uova con 200gr di zucchero ed un pizzico di sale, aggiungete 300gr di farina, 150gr di olio di semi di mais, 200ml di latte, una bustina di vanillina, scorza di limone grattugiato e una bustina di lievito. Infornate a forno statico 160° preriscaldato per circa 20-30 minuti. L’impasto è adatto per una teglia di 24-26 cm di diametro. Ora che la vostra ciambella è pronta viene il bello! Bucherellate la superficie del dolce ancora caldo e versateci sopra il cioccolato sciolto a bagnomaria, circa 250gr, insieme a circa 200ml di panna. Completate l’opera con mandorle sfilettate, zuccherini o quello che più vi piace, anche pistacchi o pezzetti di amaretti! Una super bontà da mangiare sia appena sfornata quando ancora il cioccolato è liquido che fredda quando il cioccolato è diventato tipo budino. 🙂 L’impasto è morbidissimo e molto profumato. Provate e fatemi sapere!

Lolla

SFOGLIA CIOCCOLATO E PERE PER L’AMICA D’AMERICA!


SFOGLIA CIOCCOLATO E PERE PER L'AMICA D'AMERICA!

Ciao a tutti! Ieri sera a cena ho invitato una mia amica che è appena rientrata da Filadelfia. :) Molto felice di rivederla e di cucinare per lei, tornata da lavoro mi sono messa subito ai fornelli. Ho preparato cose molto veloci, tutte da infornare in modo da recuperare tempo per sistemare la casa. Quindi alla fine ho messo a tavola un antipasto casereccio: pane, pomodori secchi, olive e mozzarelle. Poi ho servito un tortino di verdure e scamorza gratinate e in ultimo non poteva mancare il dolce: sfoglia di cioccolato e pere! Prepararla è molto semplice, se avete del tempo fate la pasta sfoglia con 350gr di farina, 250gr acqua e 250gr di burro, altrimenti come è stato nel mio caso ieri sera, stendete su una teglia della pasta sfoglia già pronta, farcite con: crema al gusto nocciola e cioccolato, io vi consiglio di non usare la Nutella ma la crema Novi, pezzetti di pere kaiser caramellate in padella con zucchero di canna e rum e se vi piacciono, pinoli e nocciole o amaretti sbriciolati. Arrotolate la sfoglia, spennellate con del latte e ricoprite di zucchero di canna. Infornate a 180° a forno preriscaldato e ventilato per circa 30 minuti. Fate intiepidire e cospargete di zucchero a velo! Una vera bontà. 🙂

Lolla

COPPETTE DI CIOCCOLATO FATTE CON I PALLONCINI.


Image

Ciao a tutti! Ecco un’idea golosa, creativa e divertente tutta cioccolatosa per servire dessert. 🙂 Si tratta di coppette commestibili. Ora vi spiego come si fanno e poi vi dico come ho intenzione di usarle io! Fate sciogliere a bagnomaria del cioccolato fondente, gonfiate dei palloncini di ugual misura e lavateli per bene. Ora, mettete della carta forno su una teglia e preparate la base delle vostre coppette, basta versare sulla carta delle cucchiaiate di cioccolato in modo da formare dei medaglioni. Prendete i palloncini, immergeteli per metà nel cioccolato e adagiateli sulla carta forno sopra ogni base. Fate asciugare per bene e scoppiate i palloncini! Quello che otterrete saranno delle coppette super buone! Io ho intenzione di utilizzarle per servire in modo insolito il pandoro. Le voglio riempire per metà di crema chantilly, versarci del pandoro tagliato a tocchetti e ultimare con una salsa al cioccolato. Che dite? Come sarà? Ah, prima che il cioccolato attorno al palloncino si asciughi ci metterò del cocco a scaglie o nocciole tritate! Non vedo l’ora di mettermi all’opera. 🙂

Lolla

CAKE LOLLIPOP.


Immagine

Quante volte avete fatto una torta e vi è rimasto del pan di spagna? O quante volte il pan di spagna non è venuto bene da essere utilizzato come base torta? O quante volte vi è avanzata un po’ di ciambella ed è diventata un po’ troppo asciutta per essere mangiata? Ecco una soluzione per “recuperare” pan di spagna e ciambelle! Amalgamate con le mani in una ciotola il vostro pan di spagna sbriciolato con della marmellata a scelta e formate delle palline grandi quanto dei Lecca Lecca o poco più. Infilzatele con degli stecchini di legno lunghi e immergetele nel cioccolato fondente fuso, o cioccolato bianco, o con le nocciole, insomma quello che più vi piace. Prima che il cioccolato si asciughi “impanate” le vostre palline nelle stelline colorate, negli zuccherini, nella codette o nel cocco a scaglie. Fate asciugare e voilà…. una vera bontà!

Lolla

Mangia che ti passa!


Oggi a Roma piove e allora mi consolo con un’ottima stecca di cioccolata 🙂  Avete assaggiato la nuova tavoletta  Milka &  Oreo? Io lo trovo un binomio fantastico!

http://www.milka.it/milka2/page?siteid=milka2-prd&locale=itit1&PagecRef=694&cid=1504&pid=4686

IMG_20131115_122025

 

 

 

CIAMBELLA GIORNO E NOTTE.


Immagine

Ciao a tutti. Ecco la ciambella che ho fatto ieri per fare colazione questa settimana ma che è durata da “Natale a Santo Stefano”.  Quelle che vi posto sono le prime e ultime foto di una ciambella così buona che morì giovanissima. 🙂

Immagine

Ingredienti:

5 uova

370 gr. farina

350 gr. zucchero

250 gr. burro

1 bustina lievito pan degli angeli

cacao amaro

marmellata di frutti di bosco

Procedimento:

Sbattete le uova con lo zucchero fino a formare un composto spumoso. Aggiungete la farina , il burro fuso, in ultimo il lievito. Prendete uno stampo da 24cm, imburratelo, infarinatelo e versateci metà dell’impasto. Mettete nel rimanente impasto il cacao amaro a piacere e unite al composto bianco. Prendete una forchetta e create delle striature.  Aggiungete cucchiaiate di marmellata e infornate a 180° forno ventilato per 30-45minuti. Sfornate e ricoprite se vi va di zucchero a velo. 

Lolla

Ricetta Muffins cioccolato e cannella.


Chocolate-MuffinsLo scorso weekend trascorso giù in Puglia, oltre alle scorte di affetto e di serenità, ho fatto anche una scorpacciata di Muffins al cioccolato e cannella. Un’ ottima ricetta  che ho “copiato” da una mia cara amica e che condivido molto volentieri con voi.

Preparare i Muffins è abbastanza semplice: mentre preriscaldate il forno a 200°, setacciate 250 g.  di farina e unitela a: 3 cucchiaini di lievito istantaneo in polvere, un pizzico di sale, un po’ di cannella e  50 grammi di cacao amaro in polvere.  Aggiungete adesso 150 grammi di zucchero e 150 grammi di gocce di cioccolato fondente.

A parte sciogliete 100 grammi di burro e quando sarà tiepido unitelo a 250 ml di latte e a due uova. Dopo aver lavorato un po’ l’impasto, aggiungetelo al composto di farina, lievito, sale, cannella e cacao preparato precedentemente. Adesso imburrate le formine dei muffins e riempitele per ¾ e infornate per 20 minuti circa. Questa ricetta è per circa 4 persone.

I muffins si possono consumare in qualsiasi momento della giornata, anche se io preferisco farlo a colazione, soprattutto nelle giornate un po’ grigie il cioccolato mette sempre di buon umore! Gae.

GELARTE.


Immagine

Ancora a caccia di gelati, dei quali ne vado matta anche in inverno, la mia ultima scoperta è stata Gelarte. Si tratta di una piccola gelateria in viale Eritrea che propone gelati molti invitanti, oltre a crepes, yougurt, frappé e piccola pasticceria. Ci sono passata quasi per caso ed è stata davvero una bella sorpresa, il gelato è buonissimo, artigianale, al primo assaggio si sente subito che è stato fatto con latte, panna e prodotti di prima qualità. Avevo davvero l’imbarazzo della scelta e alla fine ho preso una coppetta di gelato al cioccolato bianco, cioccolato brownies e “sbrigate a mgnallo”, un gusto molto particolare misto di caffè, zabaione ed uno strato di torroncino aromatizzato al marsala. L’ambiente è accogliente ed all’interno c’è una piccola fontanella dove poter dissetarsi dopo aver mangiato il gelato, un servizio semplice  ma che fa la differenza. Troverò sicuramente una scusa per ritornarci, ci sono ancora troppi gusti che devo provare, profitteroles, pistacchio, nutella turbo, montblanc, biscotto, senza nome, risolatte, mele e cannella, etc etc etc… 🙂

Lolla

CREA CIOCCOLATO DAL NULLA.


Ecco il video virale che sta spopolando nelle ultime ore. Un rompicapo divertente e davvero geniale.Scervellatevi un po’! 🙂

Lolla

Quale dolce state preparando per questa domenica?


Già vi immagino tra i fornelli, alle prese con creme uova e farina. Quale buonissimo dolce state preparando (o avete già sfornato e mangiato) per questa domenica? Lasciatemi sognare con voi! 🙂

la-tavoletta-di-cioccolato

MACARONS.


Immagine

Una golosa come me non poteva non parlarvi dei Macarons. 🙂 Questi dolcetti color pastello di origine francese sono delle piccole raffinatezze per il palato, per eccellenza i dolci più chic di tutta Francia, resi famosi grazie alla prestigiosa maison parigina Ladurée fondata nel 1862, che dal 25 ottobre 2012 è finalmente sbarcata anche a Roma, in via di Borgonona n4. Pare che i macarons siano stati i dolcetti preferiti della regina Maria Antonietta, forse è per questo che ad ogni morso sembra quasi di vivere in un sogno, eppure sono semplicemente fatti da due dischi di meringa alla mandorla farciti con crema ganache di vari gusti, ma riprodurli sembra quasi impossibile! Il punto vendita romano è una vera gioielleria, camerieri sorridenti e cordiali vestiti di tutto punto, un’atmosfera serena, leggera e colorata, un tripudio di scatole da collezione e fiocchi, creme, marmellate, macarons, gelèe e champagne, verrebbe di mangiare tutto con gli occhi è un posto da fare invidia alla casa di marzapane di Hansel e Gretel! In pasticceria potete scegliere fra una vasta gamma di gusti classici e stagionali tutti dal sapore delicato e dalla grande scioglievolezza. Fra quelli che ho assaggiato io il primo posto in assoluto lo assegno al cioccolato del Madagascar, secondo liquirizia, terzo posto vaniglia, caramello e caffè. Ho assaggiato anche petalo di rosa, pistacchio, limone, melone, cioccolato, marshmallow, mela verde e ciliegia ma ve li consiglio tutti è un’esperienza da provare. Forse l’unica pecca è il prezzo, un macaron costa 1,75 euri! Vi saluto con questa foto dei macarons che ho regalato a mia sorella, nella scatola- carillon edizione limitata.

Lolla

Ricetta del Kinder fette al latte, ecco la versione light!


kinder

Avete presente quando dopo pranzo o dopo cena sembra che vi manchi qualcosa? Che siete soddisfatti ma c’è quel quid che manca? Benissimo, è la sensazione che quasi sempre provo io dopo i pasti, solo che nella maggior parte dei casi conosco la risposta: è il dolce!! Se fossi stato un concorrente  di  uno di quei  quiz del buon Mike Bongiorno, avrei gridato così forte la risposta che la produzione mi avrebbe cacciato! 🙂  Visto che dolce è uguale grasso e quindi senso di colpa e palestra per smaltire, vi propongo una ricetta veramente light, buona e facile da preparare: il “kinder fette al latte”. Non dovete correre al supermercato, ma in cucina, aprite il frigo, procuratevi 3 uova, 50g di maizena, 20g di yogurt bianco 0,1%, dolcificante (secondo i propri gusti) , 25g di cacao amaro, 200g di yogurt Greco 0% e due fogli di colla di pesce.

La preparazione della crema è molto semplice: innanzitutto fate ammorbidire la  colla di pesce in acqua fredda per dieci minuti, strizzatela e scioglietela  in un pentolino con un cucchiaio di acqua. Mentre aspettate che si raffreddi ammorbidite lo yogurt greco, aggiungetevi circa 2 cucchiaini di dolcificante e se preferite qualche goccia di un aroma a piacere (io ho messo un po’ di aroma di limone). Mischiate il tutto e mettete in frigo per circa 1 ora e 30.

Per il biscotto, invece, montate 3 tuorli con il dolcificante, aggiungete 25 g di cacao, il dolcificante e 50g di maizena (filtrate bene cacao e maizena per evitare la formazione di grumi). Aggiungete 20g di yogurt bianco e incorporate pian piano gli albumi precedentemente montati. Mescolate dal basso verso l’alto. Infornate in forno a 200° per 10 minuti.

Appena la base è raffreddata tagliatela a fette o a quadratini,  disponete la crema (ricordate che deve stare 1 ora e 30 in frigo) su di un lato e copritelo con l’altro. Adesso con il pollice e l’indice afferrate il dolce e avvicinate alla bocca e  masticate, masticate e masticate 🙂 Mi raccomando, fatemi sapere!!

 

 

 

Quella volta senza cioccolato.


ricette-166633976-13041812390825

30 agosto, in via Tiburtina 521, ore 14:00, l’ora della mia pausa pranzo.

E’ da un po’ che so di essere intollerante al nichel ma non voglio farmene una ragione. Perché? Perché?! Avete visto la lista degli alimenti ad alto contenuto di nichel?? Fra i primi posti c’è il cioccolato, ovvero la mia droga. Ora, che io sia una mangiona lo sanno pure i muri che si trovano in Cina, ma seguire l’alimentazione nichel free significa fare la fame! Tuttavia rientrata dalla Puglia ho deciso che non voglio più lagnarmi sul fatto che devo dimagrire, che mi sento gonfia ecc.. ecc… quindi l’unica soluzione più efficace ed economica, è stare attenta all’alimentazione ed evitare i cibi della lista nera del nichel.

Non sarò drastica, ma sto iniziando a preferire il pane azzimo al pane lievitato e i gelati “bianchi” ai gelati “neri”. Oggi per la prima volta ho preso nella mia pausa pranzo, una coppetta piccola di gelato in una gelateria vicino il mio ufficio. La gelateria in questione si chiama Lubrano, piccola, carina, ordinata, fresca, una vera chicca che si merita proprio una bella recensione su TripAdvisor .

Le vaschette di gelato grandi e colorate, piene di gusti nuovi e fantasiosi. D’istinto l’occhio mi è caduto su: cioccolato, fondente, nutella, cremino, tartufo, tartufo bianco e stracciatella, poi però ho dovuto girare lo sguardo ai gusti “bianchi” che a dir la verità, non sembravano poi così malaccio. Sarà stato l’aspetto che mi dava di abbondanza, di colore e di ricchezza che la mia scelta è caduta su: ricotta con fichi e noci e crema catalana con aggiunta di panna, ovviamente. Che dire, una goduria profonda, una cremosità infinita ed un gusto intenso, mi sono sentita leggera e felice. Certo il cioccolato mancava, ma non ne ho sentito così tanto la mancanza.

 Lolla