Colazione con Luca: i biscottini ai fiori di lavanda rosmarino e limoncello


biscotti

Ricetta: i biscottini ai fiori di lavanda rosmarino e limoncello – Il mio caro amico Luca è appena tornato dalle vacanze in Provenza e ha deciso di condividere con noi una ricetta che racchiude gli odori e i sapori di quei fantastici posti.

“Ho provato a seguire questa ricetta, nel tentativo di rivivere un po’ di sapori provenzali e rincorrere l’estate Sono un appassionato della Provenza” ha detto Luca e allora noi ci fidiamo di lui e non ci resta che provare 🙂

Ecco cosa occorre per preparare i  biscotti ai fiori di lavanda rosmarino e limoncello:

100gr farina, 50 gr di burro, 25 gr di zucchero bianco, 25 gr di zucchero di canna, una punta di lievito, 1 cucchiaio di latte in polvere, 1 cucchiaio di latte fresco, 1 cucchiaio di limoncello, 1 cucchiaio di fiori di lavanda, 1 cucchiaio di rosmarino ben tritato.

Con lo sbattitore montare il burro freddo con lo zucchero, fino ad avere una crema soffice e omogenea. Poi unire il latte, il  limoncello, la lavanda, il  rosmarino e, infine, mescolando la farina setacciata e il  lievito. Far riposare in frigo per mezz’ora, avvolgendo il panetto in una pellicola. Per ultimo con il mattarello spianare e ricavare con degli stampini una ventina di biscotti. Infornare a 160 per 15 minuti.

Che ne pensate? Io sento già il profumo 🙂

Amici vi aspettiamo anche su facebook, mettete un mi piace sull’icona in alto a destra! Grazie ❤

NUTELLA FINGERS BISCUITS, SONO AL SETTIMO CIELO!


nutella-fingers-biscuits

Ragazzi vi rendete conto? Spero solo sia una bufala 🙂 Hanno inventato i Nutella Fingers Biscuits, dei biscottini da mettere tipo “ditale per cucire”  sull’indice, che puoi  immergere direttamente nel barattolo della nutella e  mangiarlo senza nemmeno sporcarti le dita!! Se esiste veramente, lo voglio SUBITO! 🙂 Gae

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’.


amelie

Cari amici,  “Brownies: la ricetta della felicità” è un breve racconto che ho scritto qualche mese fa. Spero di aver trattato con la massima delicatezza un argomento molto complesso. Una carezza a tutti quelli che soffrono o hanno sofferto di BULIMIA. Spero il racconto vi piaccia. Gae.

BROWNIES: LA RICETTA DELLA FELICITA’  – Di: Gaetano Buquicchio

Ricetta: tagliate il cioccolato a pezzettini, sciogliete il burro a bagnomaria e unite il cioccolato tritato. Aggiungete il cacao in polvere e amalgamate bene tutti gli ingredienti. Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa spumosa e chiara. Versate il composto di cioccolato e burro e mescolate ancora. Unite il lievito in polvere alla farina, un pizzico di sale e setacciate tutto insieme. Infine tritate grossolanamente le nocciole e unitele mescolando con la spatola: Infornare in forno caldo a 180° per 35 minuti.

Brownies

Quando preparo i dolci mi piace ascoltare la musica, il jazz per la precisione, mi piace liberare il tavolo da ogni inutile soprammobile e mettere al centro un vaso di fiori colorati. Raccolgo i miei lunghi capelli, sfilo i miei grandi anelli e indosso la mia maglia preferita, quella nera: lunga sui fianchi, morbida sul davanti, larga abbastanza da nascondere quello che c’era da nascondere.
Mi piace preparare i dolci quando sono da sola in casa. Ci sono solo io e la cioccolata tagliata a pezzettini, io e il burro sciolto a bagnomaria, io e le nocciole tritate, io e le uova montate con lo zucchero, io e un pizzico di sale, io e 5 grammi di lievito.

Io e i miei segreti.

Anche i brownies nascondo segreti. Come la cannella, l’ingrediente che nessuna ricetta prevede e che io invece infilo sempre all’ultimo momento. Dopo aver aspettato 35 minuti, i brownies escono dal forno odorosi e fragranti.

Dicono che la cioccolata aiuti a combattere lo stress e metta anche di buonumore.
Prendo il vassoio di porcellana, quello degli ospiti, dove dispongo con una precisione quasi maniacale i miei dolci prima della spolverata dello zucchero a velo. Metto il vassoio vicino ai fiori. Quei biscotti così neri mi ricordano le vacanze estive trascorse in montagna. Io così piccola e fragile per quella montagna così alta da scalare. Non volevo deludere nessuno, non volevo deludere i miei genitori, non volevo deludere i miei fratelli, non volevo deludere le mie aspettative, ma nonostante i miei sforzi rimanevo sempre indietro. Così mi sento quando preparo i dolci. I miei brownies sono pronti per essere gustati. Solo che io non aspetto nessuno.
Io e i miei brownies
Io e la montagna da scalare in estate
Io e i miei capelli raccolti
Io e le mie dita gialle
Io e i miei denti corrosi
Io e il mio mal di stomaco
Io e il mio mal di gola
Io abbracciata a  quella tazza di porcellana così fredda
Sei una merda. Sei una merda.
Sono-una-merda

 

UNA PASSEGGIATA TRA ANTICHE TRADIZIONI E SAPORI LONTANI.


Ieri sera sono stato in Piazza Vittorio a Roma, un posto  dove si respira un’atmosfera  molto popolare. Mi  piace molto passeggiare tra i suoi imponenti palazzi ottocenteschi e i suoi lunghi portici pieni di negozietti . La piazza, sita nel rione Esquilino, si trova a due passi dalla Stazione Termini ed è la più grande di tutta Roma (anche di quella di  San Pietro). Ieri sera ho fatto dello “shoppimg culinario” in uno dei tanti alimentari cinesi che caratterizzano la zona. Tra le varie cose ho comprato degli ottimi ravioli da cuocere  al vapore, degli spaghetti di soia e degli involtini primavera. L’unico grave errore è che, per evitare di friggere, ho cotto gli involtini primavera in forno, il sapore non mi ha convinto per niente! Tra gli scaffali ho trovato gli Oreo, dei biscotti che a me piacciono molto;  la  sorpresa più grande è stata che in questi negozi vendono dei “gusti” che nei supermercati italiani non ho mai trovato: oreo al gusto ice-cream, oreo al gusto frutti di bosco e oreo al gusto torta di compleanno. Quest’ultimi sono veramente molto buoni!

oreo

Qualcuno di voi li ha mai mangiati? Ah, l’ultima segnalazione degna di nota è il vicino Mercato dell’ Esquilino dove è possibile comprare pesce fresco, frutta, verdura e spezie provenienti da tutto il mondo. Straconsiglio 🙂 GAE

mercato-esquilino3

Pan di stelle, Abbracci, Oro Saiwa e donuts…quale preferisci per colazione?


 Secondo voi sono fatti a mano o si possono trovare in negozio? Questi cuscini mi piacciono tantissimo, li vorrei tutti 🙂 Anche se io avrei aggiunto le Macine e le Gocciole 😉

div

Ricetta biscotti light al cuore.


Il momento della colazione per me è molto importante, ecco allora un’ottima ricetta per non rinunciare al gusto e soprattutto alla linea: ricetta biscotti light al cuore.

IMG_20131011_190700

 Ingredienti:

–         300 gr di farina integrale

–         150 g. di zucchero

–         1 bustina di lievito vanigliato per dolci

–         Scorza di un limone o qualche goccia di essenza

–         1 uovo

–         80 ml di latte

–         80 ml di olio

–         2 cucchiai di miele

–        zucchero a velo q.b.

Preparazione:

In una ciotola unite la farina, lo  zucchero e una  bustina di lievito vanigliato per dolci. Aggiungete la scorza del limone (o qualche goccia di essenza), l’uovo, il latte, l’olio e infine il miele. Mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendete l’impasto (spessore di 2,5 cm) e ricavate dei cuori utilizzando le apposite formine. Infornate per 20 minuti a 180°.  Se volete, aggiungete dello zucchero a velo quando non saranno più caldi.

Rose del Deserto.


biscotti_rosa_del_deserto

Quando assaggiai per la prima volta questi biscotti ero con mia madre, ad un compleanno di una sua amica, da allora non la smettiamo più di sfornali! Le rose del deserto sono diventati uno dei miei dolci preferiti, sembrano dei dolci “senza senso” se quando chiedi: di che son fatti? Ti viene risposto: di cornflakes! Ma vi assicuro che dietro quell’apparente aria di biscotto semplice dalla forma bislacca, si nasconde un sapore deciso, un profumo denso ed un croccantezza irresistibile. Viene voglia di mangiarli tipo i pop-corn al cinema, uno tira l’altro ed ogni volta vi ruberanno un sorriso paradisiaco!Sono adatti in qualunque momento della giornata, la mattina nel latte, dopo il caffè, col tè, a fine pasto o quando durante il giorno vi viene quella strana voglia di qualcosa di buono! In realtà, io li metto in un sacchetto e li porto con me in borsa, li mangio per strada, sull’autobus, la sera prima di andare a dormire, nelle pause pranzo, nelle pause caffè o nelle pause e basta! Le rose del deserto sono uno dei miei cavalli di battaglia, quando voglio fare qualcosa che stupisca i miei amici alle cene. Sono genuini, saporiti e facili da preparare. Ecco la ricetta per delle Rose del Deserto Speciali!

Ingredienti:

200gr farina “00”

50gr fecola di patate

150gr zucchero

200gr burro

200gr uvetta sultanina

rum

2 uova

1 bustina lievito

zucchero a velo

cornflakes special’k classic (quelli col gallo, per intenderci)

Preparazione:

Mettete a bagno l’uvetta sultanina con un bicchiere di rum. Fate sciogliere il burro sul gas senza farlo friggere. Nel frattempo, in una coppa sbattete le uova con lo zucchero. Aggiungete il burro fuso, la farina e la fecola setacciate. In ultimo versate la bustina di lievito. Scolate l’uvetta e unitela all’impasto. Prendete un’altra coppa e metteteci i cornflakes, versateci sopra delle cucchiaiate d’ impasto e con le mani create delle palline. Vi consiglio come misura, di usare il cucchiaino, per regolare la grandezza delle palline da cospargere di cornflakes, perché nel forno aumentano di volume. A questo punto, adagiate i biscotti in una teglia ricoperta di carta forno e accendete il forno a 180° ventilato. Quando avrete finito di preparare la prima teglia da infornare, tenendo cura di distanziare i biscotti di almeno 2cm, potete infornare. I biscotti non hanno bisogno di stare molto tempo nel forno, circa 10min, poi minuto più minuto meno, dipende dal forno, basterà controllare la doratura. Da questa dose escono circa 60 biscotti. Fate attenzione a staccarli dalla carta forno, se sono ancora molto caldi potrebbero frantumarsi subito. Una volta freddi cospargeteli di zucchero a velo! Ma nel frattempo che son caldi assaggiatene qualcuno, so già che l’odore non vi farà resistere dal farlo!

 Lolla