Ricetta leggera del lunedì, poche calorie e tanto sapore!


Buongiorno a tutti e buon lunedì! Qualche giorno fa ho postato un articolo chiedendovi quale fosse il pranzo ideale per la pausa pranzo in ufficio, ed ecco che tra i tanti consigli ricevuti ho deciso di mettere in pratica questa ricetta gustosa, facile e soprattutto pratica 🙂

Ricette leggere, riso venere, tonno, noci e olive nere

Ecco una ricetta veloce e pratica da consumare durante la pausa pranzo in ufficio, ma è soprattutto light!

Riso nero e riso bianco con tonno, noci ed olive nere. Che ne pensate? Sinceramente a questo abbinamento non avevo mai pensato e non vi nascondo che è molto buono e leggero.

A questo punto non mi resta che aspettare altre ricette per la pausa pranzo in ufficio, abbiamo tempo fino a venerdì, perchè poi ci aspetta il grande pranzo pasquale…e lì altro che pranzo leggero per l’ufficio! 🙂

Felice settimana a tutti ❤

Come preparare il GREEN JUICE e sentirsi subito ad Hollywood!


ricetta-green-juice

ricetta-green-juice

Ok, l’estate sta finendo,e siamo tutti tristi e sconsolati perché quell’aria tanto sexy, ottenuta con ore e ore di sedute al sole, mixate con gli effetti benefici dell’acqua del mare, andrà persa.Ma calma e sangue freddo, abbiamo ancora una speranza. Ieri sbirciando tra le varie diete delle dive di Hollywood (magari con qualcosa in più delle 600 calorie come solo Angelina Jolie può fare) per poter iniziare l’inverno con il piede giusto (e possibilmente non finire stile Bridget Jones, a mangiare schifezze sul divano) ho scovato uno dei tanti e famosi “juice” (sarebbe un semplicissimo centrifugato di verdure ma dire “green juice” fa più figo) che le dive ingurgitano tutte felici e spensierate. Pare vada per la maggiore anche tra le varie modelle della Victoria’s Secret (fosse questo il segreto di quei corpi, credo potrei berlo fino a diventare io verde). Eccovi la ricetta!

Ricetta: 1 Cetriolo 5 foglie di spinaci grandi 4 gambi di sedano 4 foglie di lattuga romana 4 foglie di bietola 4 foglie di Cavolo 1 Pera o mela 1 limone sbucciato 1 manciata di prezzemolo

Preparazione: mettete  tutti gli ingredienti in un mixer e tritate. Una volta finito, mettete la polpa in un colino. Ed il succo è pronto. A voi  la scelta di utilizzare o meno la polpa, spalmandola su fette di pane ovviamente  integrale (io ho buttato tutto in un nanosecondo, va bene il resto, ma quello proprio no!)

La base dunque è molto semplice, alcune la variano aggiungendo o togliendo qualcosa, ananas o carote ad esempio (per me mandare giù la bietola sarebbe come dare medicine disgustose ad un bambino), ma pare abbia effetti energizzanti grandiosi, nonché dietetici. La mia sfida è provarla per almeno una settimana e vedere un po’ i risultati, dunque.. cin cin! di Valentina Annunziata

Le migliori ricette tipiche d’Italia, il sapore è garantito!


CONDIVIDI NEI COMMENTI LA RICETTA CHE MEGLIO RAPPRESENTA LA TUA TERRA! 🙂 


ricette-tipiche-immagineAdoro sperimentare in cucina e, soprattutto, mi piace molto conoscere le ricette tipiche dei posti che la nostra bellissima Italia ci offre. In realtà non solo le ricette della cucina italiana (sulla quale difficilmente si sbaglia), ma apprezzo molto anche quelle straniere. Quando assaporo un cibo tipico di un’altra regione è come se mi immergessi negli usi e nei costumi di quel posto, è come se tramite il sapore di quella pietanza riuscissi ad immaginare il profumo di quel luogo.

Sarebbe bello condividere le nostre ricette preferite, quelle che meglio identificano la nostra terra, quelle che ci riescono meglio, quelle che mentre le leggi già ti viene l’acquolina in bocca:)

Tra le ricette pugliesi ho scelto quella della focaccia, un po’ perchè l’adoro e un po’ perchè mi riesce molto bene 🙂

Condividi nei commenti la ricetta che meglio rappresenta la tua terra, ovviamente…non dimenticare di scrivere la regione! 🙂

Ricetta della focaccia pugliese con la cipolla e i peperoni.

Ingredienti per l’impasto:

800g di farina tipo 00
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di sale
1 lievito di birra
Acqua quanto basta per amalgamare gli ingredienti

Ingredienti per il condimento:

2 peperoni, uno giallo e uno verde
1 cipolla rossa
Olio
Origano q.b.

Preparazione:

In una coppa versate 800 g. di farina tipo 00, 1 cucchiaio di zucchero e un cucchiaio (non molto colmo) di sale. In un bicchiere di acqua tiepida sciogliete 1 lievito di birra e aggiungetelo all’impasto. Versate altra acqua fino a ottenere un impasto molle (non molto liquido).
Oliate abbondantemente una teglia con olio extravergine di oliva, versate il composto e lasciatelo lievitare per circa 2 ore. A lievitazione ottenuta, condite l’impasto con 2 piccoli peperoni ( uno giallo e uno verde) tagliati a listarelle, una cipolla rossa affettata, abbondante olio e origano q.b.
Infornate nel forno (precedentemente riscaldato) a temperatura massima per circa 20/25 minuti. Appena sfornata la focaccia potete capovolgerla per qualche minuto nella teglia stessa in modo tale da cospargere meglio l’olio in superficie.

La ricetta ideale per la pausa pranzo in ufficio.


Buongiorno ragazzi e buon mercoledì! Secondo voi qual è il miglior pranzo da portare in ufficio? Chi mi consiglia qualche ricetta pratica e veloce da preparare la sera prima o la mattina presto? E’ dura come richiesta, ma confido in voi 🙂

pausa-pranzo-in-ufficio

I biscotti per la colazione, quali preferite?


Colazione-al-mareLa mattina amo fare colazione con una grande tazza di latte con il caffè e  i miei biscotti preferiti: i pan di stelle e le gocciole.Voi quale preferite? Io credo entrambi in egual misura, ci sono giorni in cui credo di preferire i primi, poi subito dopo opto per i secondi e poi di nuovo per i primi 🙂Insomma, è un ex equo! Qualche volta provo a prepararli in casa, ma solo quando ho tempo, altrimenti vanno benissimo anche quelli del supermercato, purchè siano di marca, secondo me le sottomarche di questi due biscotti nello specifico hanno poco in comune con gli originali 🙂 Ecco allora la ricetta delle gocciole, sono semplici da preparare e il risultato è notevole. Discorso diverso per i pan di stelle dove il procedimento è più lungo.

Ricetta Gocciole: impastate 80 g. di burro (ammorbidito) con 1 uovo e 100 g. di zucchero di canna. Aggiungete 250 g. di farina, mezza bustina di vanillina, un cucchiaino di bicarbonato e un pizzico di sale. Lavorate tutti gli ingredienti e aggiungete 50 g. di gocce di cioccolato. Con l’impasto ottenuto create i biscotti (cercando di dare la forma delle gocciole), stendeteli su carta da forno e cuocete per 15 minuti a 180°. Gae

Ricette tipiche: A’genuvese napoletana


pasta-alla-genovese

Questa domenica per pranzo ho mangiato una ricetta della tradizione Napoletana: la pasta alla Genovese. Vi starete chiedendo se c’è stato un errore di battitura o se ho qualche problema con la geografia. Tranquilli, vi spiego tutto! 🙂 Pare che durante il periodo aragonese molti genovesi aprirono diverse osterie nei pressi del porto di Napoli lasciando, così, in eredità ai cittadini del posto la ricetta di questo ottimo sugo a base di carne e cipolla che si consuma principalmente durante i pranzi domenicali. Ringrazio Gianluca per avermi insegnato questa gustosissima ricetta!

napoli

Ecco la preparazione per 4 /5 persone: tagliate a fette molto sottili 500 g di cipolle dorate, 2 gambi di sedano e 2 grandi carote . In una pentola capiente con dell’olio extravergine d’oliva soffriggete prima il sedano e la carota, poi la cipolla e quando sarà appassita aggiungete 500 g di carne di manzo tagliato a pezzetti. Appena la carne avrà assorbito tutto il soffritto alzate la fiamma e aggiungete 1 bicchiere di vino bianco secco. Quando il vino sarà evaporato del tutto, aggiungete 1 litro di brodo di carne, sale e pepe q.b e abbassate la fiamma al minimo. A questo punto armatevi di santa pazienza: deve cuocere per 8 ore! La carne dovrà spappolarsi quasi completamente amalgamandosi alla cipolla. Di tanto in tanto controllate che il brodo non si sia assorbito del tutto (nel caso aggiungetene dell’altro).
Consiglio come pasta gli ziti spezzati in due o i paccheri. Vi assicuro che è un piatto veramente molto gustoso e che l’attesa vale l’impresa! 😉
Venerdì la Gricia preparata da Lolla, domenica la Pasta alla Genovese e poi è logico che la pancia aumenta GAE

Cuore, questione di peso.


Cuore, questione di peso

2000 volte grazie!


2000

Ragazzi siamo tantissimi 🙂 2000 amici con cui condividere ricette, viaggi, racconti ed emozioni. In realtà era bello anche quando eravamo in 10…in 50…in 100…non sono importanti i numeri, ma le interazioni, i confronti e le condivisioni che da ormai 1 anno abbiamo con tutti voi 🙂 Grazie di ❤ ad ognuno di voi!

Focaccia senza lievito, ecco come prepararla.


Ricetta focaccia senza lievito

Focaccia senza lievito, ecco la ricetta. Buongiorno amici e buon lunedì! Ho approfittato del week-end per preparare la focaccia senza lievito, ovviamente non ha lo stesso sapore di quella tradizionale, ma è ideale per chi è intollerante o non può mangiare i lievitati.

Ricetta focaccia senza lievito

Ricetta della focaccia senza lievito

Prepararla è molto semplice. In una ciotola versate 380 g. di farina 00, 1 bicchiere colmo di acqua, mezzo cucchiaio di sale, mezzo di zucchero e un cucchiaino raso di bicarbonato.  Lavorate l’impasto.In una teglia da forno versate dell’olio extravergine di oliva e versate l’impasto della focaccia ottenuto. Condite a proprio piacimento; io ho optato per peperoni e cipolla e una spolverata di origano. Un’altra piccola spruzzata di olio e infornate per circa 20 minuti in forno preriscaldato. Che ne dite? Semplice vero 🙂

Ricette veloci: ecco come preparare la confettura di fragole in pochi minuti.


Buongiorno ragazzi, questa mattina ho rinunciato ai soliti biscotti per  la colazione e ho preferito una confettura di fragola fatta in casa e due fette biscottate. Preparare la confettura è molto semplice, per  le fragole no problem, se non le trovate fresche potete utilizzare quelle surgelate, sicuramente il sapore è diverso, ma al loro sapore io non rinuncio nemmeno d’inverno 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco come preparare la confettura di fragole: unisci in una padella d’acciaio 500 g. di fragole, aggiungi 100 g. di zucchero e il succo di un limone. Lasciate cuocere per circa 30 minuti o  fino a quando la confettura non abbia  raggiunto la giusta consistenza. Attenzione a non renderla troppo liquida!

Per preparare questa confettura alle fragole ho utilizzato poco zucchero e ho evitato tutti i procedimenti per la corretta conservazione, DOVETE, pertanto, consumarla in 2/3 giorni al massimo! 

Che ne pensate? Io credo sia una ricetta fantastica, molto buona, veloce e facile da preparare. Felice giornata a tutti.

Buon Mercoledì!


keep-calm-and-buon-mercoledi

Buongiorno ragazzi! Forza e coraggio, il weekend si avvicina 🙂 Per me il mercoledì non è né carne né pesce, però dalle 13,30 inizia la discesa, il fine settimana è sempre più vicino 😉

Ecco come iniziare bene la giornata!


colazione-buongiorno

Ricetta biscotti speziati senza lievito e senza latte.


ricetta biscotti speziati senza lievito e senza latte

ricetta biscotti senza lievito e senza latte

Buongiorno ragazzi e buon lunedì! Approfittando del week-end ho preparato dei BISCOTTI speziati alla cannella e alla noce moscata SENZA LIEVITO e SENZA LATTE. E’ una ricetta molto semplice, i biscotti sono molto saporiti e leggeri. Vi consiglio di prepararli 🙂

Procedimento: in un recipiente  versate 250 g. di farina, 100 g. di zucchero, la cannella, la noce moscata e mezzo cucchiaino di bicarbonato. Io ho abbondato con la cannella perchè mi piace molto come spezia! Adesso aggiungete 70 g. di olio extravergine di oliva e 50 g. di latte di soia. Avvolgete l’impasto lavorato in una pellicola trasparente e lasciate in frigo per circa 2 ore.

Tempi di cottura: preriscaldate il forno a 200°, stendete l’impasto su di un piano di lavoro infarinato e ricavate i biscotti con delle formine. Infornate i biscotti ottenuti a 180° per circa 20 minuti (anche qualche minuto meno, dipende dal vostro forno). Dopo i primi 10 minuti vi consiglio di girare i biscotti dall’altro lato.

Ecco pronti i biscotti senza lievito e senza latte. Che ve ne pare? Io ho apprezzato molto 🙂