MODIGLIANI, SOUTINE E GLI ARTISTI MALEDETTI. A ROMA.


Ieri sono andata a vedere la mostra “Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti” a Palazzo Cipolla. Volevo condividere con voi questa esperienza perché è stata per me davvero di grande impatto. Le opere in esposizione fanno parte della collezione di Jonas Netter, uno dei primi collezionisti a credere in questi artisti quando ancora erano dei perfetti sconosciuti. La mostra segue un percorso che evoca l’atmosfera di una Parigi dei primi del ‘900, quando divenne punto di riferimento di artisti squattrinati, rifugiati politici e scrittori tormentati. Vale davvero la pena, se siete a Roma fino al 6 aprile, vedere queste opere e lasciarvi trasportare dalle audioguide di Corrado Augias che aggiungono quel pizzico in più per comprendere meglio tormenti e pensieri di questi “artisti maledetti”.  Nel mio piccolo posso dire che avere un quadro di Modigliani a pochi centimetri fa un certo effetto, ho sempre ammirato i suoi ritratti che più che raffigurare un corpo rappresentano un anima.

Per maggiori informazioni: http://goo.gl/s6ERgp

Lolla

Ecco alcune opere:

ritratto di jeanne hebuterne

Ritratto di Jeanne Hébuterne – Modigliani

la ragazza con i capelli rossiLa ragazza dai capelli rossi – Modigliani

soutine

Ritratto di Zborowski- Modigliani

derain le grandi bagnantiLe grandi bagnanti – Derain

Paesaggio di St-Tropez (Isaac Antcher, 1930)

Fronde degli alberi – Antcher

soutine la pazzaLa pazza – Soutine

IL LUNEDI SECONDO ME


i_hate_mondays

Il lunedì mi sento come quando il barbiere ti chiede: e allora? Vanno bene? E tu con un filo di voce dici di sì, ma in realtà vorresti solo morire. Buona giornata a tutti! 😦 GAE

SPOT. I BAMBINI CI OSSERVANO, I BAMBINI FANNO.


Buon lunedì amici, oggi voglio condividere con voi questo spot australiano della Napcan, una associazione no profit che di batte per promuovere atteggiamenti, politiche e pratiche positive per prevenire sicurezza e benessere di tutti i bambini. Nel video, i bambini emulano i comportamenti degli adulti pedissequamente, dalla violenza verbale alla sigaretta, dalla lattina gettata a terra a violenze contro animali e donne. Uno spot che fotografa la realtà e ci “costringe” a pensare che non è vero che i bambini “non capiscono”. I bambini osservano, ci studiano, ci imitano.

Lolla