STREET ART: “MURMURATION” TRA DIGITALE E LAND. QUANDO LA FOTO RAPPRESENTA UN CONCETTO.


Le fotografie sono di Alain Delorme per il progetto “Murmuration” dove lo spettatore è chiamato a riflettere su quello che “incombe” sulla città. Quelli che si vedono non sono stormi di uccelli ma sacchetti della spazzatura. Secondo voi, questo è quello che ci aspetta domani? Il sacchetto nero è inquinamento e intossicazione e in queste foto lo vediamo volare nel cielo. Cosa pensate?

Lolla

foto arte2

Pubblicità

3 pensieri su “STREET ART: “MURMURATION” TRA DIGITALE E LAND. QUANDO LA FOTO RAPPRESENTA UN CONCETTO.

  1. Nicola Losito ha detto:

    C’è da dire che le due foto ingannerebbero l’occhio se non avessi specificato che si tratta di sacchetti della spazzatura. La prima può fare pensare a due cuori che si incontrano e la seconda a due tribù di uccelli che si uniscono per proseguire insieme il cammino verso lidi più caldi. La poesia va a zero se si avverte che lo scopo delle foto era didattico. Il futuro che ci aspetta non è certo roseo. Va anche detto, per completezza di informazione, che i nuovi sacchetti biodegradabili sono di una qualità decisamente scarsa. Si rompono non appena si esce dal supermercato… 😀
    Nicola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...