SAPORI D’ AFRICA.


Immagine

Venerdì sono stata a cena con amici al ristorante africano. Per me è stata la prima volta e dopo varie ricerche su TripAdvisor per capire dove dirigerci ci siamo ritrovati al ristorante “Africa” in via Gaeta, 26. Non potete capire la mia felicità all’idea di provare questa cucina, quando si tratta di sperimentare nuovi sapori sono sempre molto euforica! Il posto è molto carino e l’Africa la ritrovi oltre che nei piatti, fra i quadri e le mura dai colori caldi e fra i tavoli e le sedie di legno intagliate. Il piatto tipico è costituito dal pane, Taita, ovvero una sfoglia spugnosa e rotonda dal sapore acidulo che lega molto bene con i sapori speziati e che funge da base al piatto nel quale sono serviti gli Zighinì,  dadini di carne di manzo. La tradizione vuole che questo piatto venga messo al centro del tavolo perché il pranzo rappresenta il momento di condivisione della famiglia, e quindi tutti i commensali raccolgono i bocconi di Zighinì strappando un pezzetto di pane. Noi non abbiamo messo nessun Taita al centro, c’avevamo molta fame e abbiamo abbondato a cominciare dagli antipasti! Per iniziare abbiamo ordinato un misto di Felafel ovvero polpette fritte di ceci, prezzemolo, cipolla, aglio e spezie e un Sambusaà, triangoli di pasta sfoglia ripiena di carne e spezie davvero buonissimo. Ci siamo concessi un piatto a testa di Taita con Sbriss bianco, ovvero carne di manzo a dadini saltata con cipolla e spezie, accostata a crema di ceci, verdure tipo crauti, patate e diverse salse, il tutto accompagnato con una bottiglia di vino Falanghina.  Come vuole l’usanza abbiamo mangiato con le mani, se non ci riuscite potete chiedere le posate ma io vi consiglio almeno per la prima volta di usare le mani, c’è più gusto. 🙂 Abbiamo passato una bella serata ed è stata un’ottima cena, da evitare solamente se non amate il sapore piccante, lo Sbriss bianco diversamente dallo Sbriss rosso doveva essere dolce ma  in realtà era leggermente piccante! La cucina africana è semplice negli ingredienti ma molto speziata, inoltre credo  che un piatto dolce significhi per loro poco piccante. 🙂 Un saluto.

Lolla

CHEESECAKE.


Immagine

Il cheesecake è uno dei miei dolci preferiti in assoluto. Questa che sto per darvi è la ricetta del cheesecake freddo fatto in casa più gustoso che io abbia mai assaggiato. La ricetta è di Linzie, la padrona di casa londinese di una mia amica che è andata a lavorare per alcuni mesi a Londra. Il regalo più bello che la mia amica poteva farmi al ritorno, era proprio una ricetta speciale di questo buonissimo dolce!  L’ho preparato Domenica perché avevo ospiti a pranzo e volevo fare bella figura, come sempre questo dolce non si smentisce mai e la prova è che ogni volta che lo metto a tavola tempo 15 minuti ed è già finito! 🙂

Ingredienti per teglia da 26-28cm

250gr. biscotti tipo Digestive

150gr.burro fuso

250gr. mascarpone

250gr. Philadelphia

100gr. zucchero

450gr. panna montata

1 bustina di vanillina o scorza di limone grattugiata

frutti di bosco

Procedimento

Sbriciolate i biscotti ed uniteli al burro fuso. Metteteli nella teglia e disponeteli in maniera uniforme in modo da creare una base di mezzo cm. Infornate a 180° per 3 minuti circa , fate intiepidire e finite di compattare la base mettendola nel frigo per una mezz’ora o se avete meno tempo nel freezer. Versate il mascarpone in una coppa e lavoratelo insieme allo zucchero, unite il philadelphia e mescolate in modo da creare un composto cremoso ed omogeneo. Montate la panna ed unitela al composto a piccole dosi, utilizzate un cucchiaio di legno e per incorporarla fate dei movimenti dal basso verso l’altro per non smontarla. In ultimo aggiungete la vanillina o la scorza di limone, una volta ottenuta una crema spumosa tirate fuori la teglia con la base di biscotti dal frigorifero e versatela sopra facendo in modo di lisciarla per bene in superficie. Prendete una parte di frutti di bosco, schiacciateli e caramellateli con un cucchiaio di zucchero su fuoco lento, decorate quindi la vostra cheesecake con questa salsina e con i frutti di bosco freschi. Potete adoperare la vostra fantasia con mille varianti di frutta, potete anche usare la marmellata e potete anche provare con la nutella e le granelle. Il risultato sarà una vera bomba di gusto! Ve lo assicuro. 🙂

Lolla

BUONGIORNO CAFFÈ.


Immagine

Il caffè è la bevanda più consumata dagli italiani. Soprattutto il lunedì! Voi come lo preferite? Io adoro il caffè corto macchiato caldo, perché ho la sensazione che mi dia più energia. Certo, ormai in giro ci sono molte varianti più golose, ad esempio, quest’estate in Puglia ho provato il caffè affogato nella panna col bicchiere “sporco” di Nutella e crema al pistacchio! Altro che caffè, era un dolcetto a tutti gli effetti. Ma da vera amante del caffè quando sono a Roma il mio preferito resta quello del Caffè Sant’Eustachio di fronte al Senato, la loro miscela speciale dal 1938 sprigiona odori e sapori imparagonabili! Mentre in Puglia il caffè di mia madre non lo batte nessuno! Sarà l’atmosfera, sarà l’aroma che invade tutta la casa, sarà la cura e l’amore con cui mia madre versa il caffè nella tazzina e me lo porta nel letto che rendono il suo caffè il più buono del mondo. 🙂

Lolla

O-Dio è lunedì!


lun