DOVE C’ È BARILLA?


Immagine

Cosa ne pensate della notizia del giorno? A radio2 l’imprenditore Guido Barilla dichiara: “Non faremo pubblicità con omosessuali, perché a noi piace la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri”. Infine si è scusato così: “Con riferimento alle dichiarazioni rese ieri alla ‘Zanzara’, mi scuso se le mie parole hanno generato fraintendimenti o polemiche, o se hanno urtato la sensibilità di alcune persone. Nell’intervista volevo semplicemente sottolineare la centralità del ruolo della donna all’interno della famiglia”. Io ho fatto due personali riflessioni a proposito. Innanzitutto come amministratore delegato Guido Barilla non vale nulla, perché che tu possa essere omofobo o meno la pasta Barilla viene comprata da eterosessuali e omosessuali quindi escludere una parte di consumatori è veramente una mossa stupida. Secondo punto non meno importante, è l’assurdità del pensiero che ha mosso questa dichiarazione. La famiglia è o non è un nucleo di persone che vivono sotto lo stesso tetto unite dall’amore? Perché non guardiamo in faccia la realtà? Nel 2013 la famiglia italiana non è più composta solo da mamma papà e bambino. Questo è un dato di fatto, non è teoria, non è follia, non si tratta di marziani. Quindi cara Barilla, se vuoi essere la pasta degli italiani (anche se ormai non lo sei più) o spacciarti per tale, guardali in faccia questi italiani! Scusate, forse molti non la penseranno come me ma oggi questa notizia mi ha fatta veramente incazzare, per me si tratta di ignoranza. Mi è crollato in un secondo il mito della pasta Barilla, ricordo i vecchi spot pubblicitari, per me era la pasta buona, quella che nell’impasto c’aveva i valori di amore, passione, genuinità, unione e comprensione. Barilla era la pasta che univa gli italiani a tavola, ora è una pasta.  Lolla

10 pensieri su “DOVE C’ È BARILLA?

  1. scatenolamente ha detto:

    bhè quello che penso non lo posso dire .. mi caccerebbero da wordpress .. per quanto sono incazzata .. dico solo che sono contenta di mangiare da sempre Divella … e cercherò con tutta me stessa di convincere la gente a non comprare più Barilla !! 🙂

  2. beatriceblackbird ha detto:

    Premetto che la penso esattamente come te e sono rimasta davvero sconvolta da questa dichiarazione che trovo, almeno secondo il mio modesto parere, senza senso.
    Che poi “volevo semplicemente sottolineare la centralità del ruolo della donna all’interno della famiglia” cosa vuol dire? Ci sono anche famiglie arcobaleno in cui ci sono due mamme…discriminazione anche questa? 🙂

    • salequantob ha detto:

      Penso non voglia dire nulla, si arrampica sugli specchi. È chiaro che oggi non c’è più solo la famiglia tradizionale e quindi non c’è più solo la centralità della donna (o di una donna) nell’ambito domestico com’era una volta. È un cretino e basta.

  3. fulvialuna1 ha detto:

    A parte la immensa stupidità di queste parole, la cosa che mi fa incazzare è che in Italia è nata la mania di dire e poi ritrattare con : Sono stato frainteso…, non ho detto che…., i giornalisti hanno scritto cose che non ho detto…. Dai politici in poi è tutta una farza.
    Dove c’è barilla, una volta c’era casa ora….

  4. Vincenzo Fortuna ha detto:

    Come ho detto in una discussione tra amici, la scemenza e l’ignoranza si commentano da sole. Detto ciò, credo che guido barilla, come chiunque altro, debba poter esprimere la propria opinione, proprio come stiamo facendo noi qui, a maggior ragione se si tratta della sua azienda. È una strategia che non paga? Può essere! Ma se va bene a lui, che ce ne frega a noi? Basta con il politically correct! Non credo che il miglior modo per far accettare una diversità sia quella di proteggerla a tutti i costi. Piuttosto, così facendo, la si ghettizza.
    Ma, ovviamente, è solo la mia opinione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...