Le orecchiette di certe Domeniche.


Immagine

Oggi mi sono svegliata troppo presto per essere Domenica. Alle 10:00 ero già a Colli Albani, avevo un appuntamento per vedere un appartamento. Il caldo, le corse, i mezzi, l’asfalto, la stanchezza, m’hanno fatta rientrare a casa a mezzogiorno come uno zombie uscito da chissà quale film horror. Come se non bastasse, oggi mi toccavano le pulizie di casa. E allora che fai? Ti rassegni al tuo triste destino e raccogli le ultime forze per spolverare, spazzare e lavare una casa che non vedi l’ora di abbandonare. Casa mia è buia, è vecchia. Vivo al quartiere africano, “ammappeta!” mi direte, “e ti lamenti?”. Be sì, mi lamento, a me sto quartiere non piace, non c’è nulla, è un quartiere residenziale silenzioso della Roma bene, magari ci verrò a vivere fra 15 anni chissà, ora voglio stare fra i romani veri, i colori, i profumi, i suoni; fortuna che c’è Ponte Tazio a tre fermate! Comunque, in questa mattinata grigia, dovevo assolutamente aggiungere una nota di brio che desse un senso alla giornata prima di crollare nel letto. E quindi, scongelo dal freezer le orecchiette che avevo portato da casa e voilà: ORECCHIETTE DI CERTE DOMENICHE, quelle in cui vuoi mangiare bene perché la mattinata non ingrana.

Ingredienti per due persone:

160 gr di orecchiette pugliesi fresche

2 melanzane

cacioricotta affumicato

aglio

olio

sale Q.b.

Preparazione:

Lavate le melanzane, asciugatele e tagliatele a cubetti. Prendete una padella, metteteci uno spicchio d’aglio e dell’olio a piacere, fate dorare l’aglio, aggiungete le melanzane ed un pizzico di sale, quanto basta. Nel frattempo prendete una pentola, riempitela d’acqua e mettetela sul fuoco. Ogni tanto girate le melanzane, se è il caso, aggiungete un po’ d’acqua; quando sono quasi pronte, dopo circa 15min, versate le orecchiette nell’acqua con un cucchiaio di sale. Dopo circa 8-9min scolate la pasta e unitela alle melanzane nella padella. Prendete il cacioricotta affumicato versate qualche scaglia nella padella e mantecate, se vi sembra asciutta, aggiungete un filo d’olio. Versate nei piatti, concludete con una montagna di scaglie di cacioricotta. E’ la fine del mondo, o perlomeno, la fine gustosa di una apatica Domenica mattina. Buon appetito!

Lolla

Quei giorni in cui avevi promesso di essere a dieta…


Immagine

Avete presente quei giorni in cui vi svegliate con tutti i buoni propositi per seguire una corretta alimentazione e  bandire ogni forma di zucchero? Benissimo, stamattina era una di quelle giornate, prima che mi rendessi conto che fosse domenica…:) Ho optato per un dolce semplice e diciamo “leggero”, un dolce senza pretese, ma molto gustoso. Poi si prepara in 5 minuti perchè non occorre montare nulla, non si pesa  niente, occorrono pochissimi ingredienti e soprattutto si sporcano poche cose. Una dolce domenica all’insegna del relax quindi!

RICETTA: svuotate in una ciotola il contenuto di uno yogurt. Scegliete il gusto che maggiormente preferite, io ho utilizzato quello bianco, non perchè sia il mio preferito, ma solo perchè avevo solo quello in frigo. Utilizzate il vasetto vuoto come misurino per tutti gli altri ingredienti. Aggiungete allo yogurt 3 uova e 2  vasetti di zucchero. Amalgamate con un cucchiaio di legno. Successivamente incorporate un vasetto di olio di semi a filo, la scorza del limone grattugiato, 3 vasetti di farina e una bustina di lievito. Lavorate il composto utilizzando sempre il cucchiaio di legno. Infine aggiungete un pizzico di sale e mettetelo in forno per 35-40 minuti a 180°. Appena il plumcake si raffredda, ricopritelo di zucchero a velo.

Vi assicuro che è un dolce molto pratico, ma nello stesso tempo gustoso! Per oggi è andata, ma da domani nessuna scusa e nessun dolce in programma, ma solo tanta verdura, prometto! 🙂 Gae_